Da news

Zio Billy e i suoi amici

Zio Billy e i suoi amici

Il programma e i protagonisti della "Festa del racconto" di Carpi

Il programma e i protagonisti della "Festa…

“Volevo essere una vedova”: torna Chiara, l’aspirante “gatta morta”

“Volevo essere una vedova”: torna Chiara, l’aspirante…

Lo scrittore Sergio Claudio Perroni si è tolto la vita

Lo scrittore Sergio Claudio Perroni si è…

"Con passi giapponesi": la prosa poetica di Patrizia Cavalli

"Con passi giapponesi": la prosa poetica di…

"Chiamare le cose con il loro nome”: la raccolta di saggi di Rebecca Solnit

"Chiamare le cose con il loro nome”:…

Perché c'è chi sospetta della medicina e della scienza?

Perché c'è chi sospetta della medicina e…

I protagonisti de "Il libro possibile", il festival di Polignano

I protagonisti de "Il libro possibile", il…

Audiolibri per bambini: una nuova collana al via con "Cion Cion Blu" di Pinin Carpi

Audiolibri per bambini: una nuova collana al…

In un libro il dialogo tra Franco Arminio e Giovanni Lindo Ferretti

In un libro il dialogo tra Franco…

Un argine all'odio: in un libro Elena Stancanelli racconta il lavoro delle ONG nel Mediterraneo 

Un argine all'odio: in un libro Elena…

A Isabella Bossi Fedrigotti il Premio Fondazione Il Campiello 2019

A Isabella Bossi Fedrigotti il Premio Fondazione…

L'autore

Lorenzo Milani

Lorenzo Milani

Don Lorenzo Milani (Firenze 1923 – 1967). Si avvicina al cristianesimo all’età di vent’anni e a ventiquattro è ordinato sacerdote. Diventa cappellano a San Donato di Calenzano, importante centro operaio vicino a Firenze, dove avvia il suo esperimento di istruzione popolare contro la scuola classista che condanna i più poveri all’ignoranza, dunque alla servitù. È un prete scomodo per la Chiesa, che sceglie di isolarlo esiliandolo in una minuscola comunità sopra Firenze: Sant’Andrea a Barbiana. Siamo nel 1954. Nel 1965 don Milani scrive una lettera aperta a un gruppo di cappellani militari che in un loro comunicato ufficiale avevano definito vile e anticristiana l’obiezione di coscienza. Il gesto gli costa un rinvio a giudizio per apologia di reato e una condanna postuma. Con i ragazzi della scuola di Barbiana don Milani compie una straordinaria avventura umana e spirituale, culminata nel maggio del 1967 con la pubblicazione di Lettera a una professoressa, opera collettiva oggi letta in tutto il mondo.

Citazioni libri autore

Non è stata inserita nessuna citazione tratta da questo libro.
La scuola della disobbedienza

La scuola della disobbedie…

L. Milani

Questo libro raccoglie gli scritti relativi alla vicenda che dal 1965 vide coinvolto don Lorenzo Milani in un processo per apologia…

A che serve avere le mani pulite se si tengono in tasca

A che serve avere le mani …

L. Milani

«Io insegno come il cittadino reagisce all'ingiustizia. Come ha libertà di parola e di stampa. Come il cristiano reagisce perfino…

Il libraio per te I libri scelti in base ai tuoi interessi

Grazie alle azioni che compi sul sito saremo in grado di fornirti consigli per le tue prossime letture.