Sinossi

Introduzione di Paolo Ruffilli
Traduzione di Ugo Dettore

Quando Jane Eyre uscì nel 1847 sotto lo pseudonimo maschile di Currer Bell, un critico che lo recensì molto favorevolmente non si lasciò ingannare: «A scrivere è chiaramente una donna; e se non prendiamo un abbaglio, una nuova stella della letteratura». In parte autobiografico, questo romanzo ricco di colpi di scena da feuilleton fece scalpore nella società vittoriana per il coraggio e la franchezza della sua protagonista: una giovane donna senza dote né avvenenza, ma intelligente e tenace, forte e generosa, che dopo un’infanzia segnata da solitudine e privazioni trova la via del riscatto nel suo lavoro di istitutrice. Nella casa di Edward Rochester Jane scopre anche l’amore, un sentimento che per trionfare dovrà fare i conti con i fantasmi  del passato e la volontà di questa antieroina di difendere prima di tutto la propria dignità. A più di sessant’anni dalla pubblicazione, la storia di Jane Eyre conquistò anche una lettrice sofisticata come Virginia Woolf: «L’esaltazione ci sospinge lungo tutto il libro... Alla fine siamo pieni del genio, della veemenza, dell’indignazione di Charlotte Brontë».

  • ISBN: 8811604710
  • Casa Editrice: Garzanti
  • Pagine: 560

Dove trovarlo

€10,50

Recensioni

Aggiungi la tua recensione

Citazioni

Al momento non ci sono citazioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi citazione

Eventi

Nessun evento disponibile al momento

Tutti gli eventi

Il Libraio per te

Scopri i nostri suggerimenti di lettura

Ancora alla ricerca del libro perfetto?

Compila uno o più campi e lo troverai