copertina Il brodo delle undici

Il brodo delle undici

Tutti i formati dell'opera

Acquistalo

Sinossi

Nel Regno sabaudo si impiccava di sabato mattina. L’ultimo pasto del condannato era una magra scodella di brodo. Da allora il tempo è passato come passa il tempo da noi, con la memoria genetica che conserva storture e malesseri antichi, in uno scenario affettivo, mentale, politico che tende a perpetuarsi immutato, tra piccole corti e orizzonti da cortile. Quel detto allora proverbiale e poi dimenticato, «il brodo delle undici», parla del nostro presente, della nostra agonia civile. Certo, siamo ancora vivi, ma quanto ci resta? Il danno è riparabile?
Se c’è qualcuno che oggi può mostrarci l’entità del danno, costui è Franco Cordero. E nessuno è più bravo di lui a far combaciare le figure, nessuno è così ingegnoso a scovare analogie nei fondi della storia. Dietro al Joker delle televisioni commerciali, al «tecnocrate d’una mai vista regressione intellettuale, politica, morale, estetica», ecco spuntare i profili dei precursori, a risalire nei secoli fino a Cola di Rienzo, estremo tribuno di mirabolante ascesa e fine miserevole.
Con questo attesissimo pamphlet Cordero torna al genere che l’ha fatto conoscere al grande pubblico. Ancora un conio memorabile: «il brodo delle undici» si avvia a eguagliare la fortuna del «Caimano», epiteto con cui Cordero per primo qualificò l’attuale signore delle sorti d’Italia.

  • ISBN: 8833920488
  • Casa Editrice: Bollati Boringhieri
  • Pagine: 194

Dove trovarlo

€14,00

Recensioni

Aggiungi la tua recensione

Citazioni

Al momento non ci sono citazioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi citazione

Ancora alla ricerca del libro perfetto?

Compila uno o più campi e lo troverai