copertina Distretti industriali e made in Italy

Distretti industriali e made in Italy

Tutti i formati dell'opera

Acquistalo

Sinossi

Gli studi sui distretti industriali - piccoli sistemi produttivi integrati su base locale - sono cominciati non a caso in Italia negli anni settanta in Toscana e in Emilia, riprendendo ricerche avviate dall'economista inglese Alfred Marshall alla fine del secolo scorso. Dopo cinquant'anni, durante i quali il pensiero economico è stato egemonizzato e anche, si può dire, sviato da concezioni che vedevano solo nella grande impresa taylorista e fordista il paradigma della modernità industriale, ci si è accorti - e Giacomo Becattini è stato uno dei primi e più assidui sostenitori di queste posizioni - a) che la posizione media dell'impresa non è di per sè un indicatore univoco di efficienza e competitività; b) che in regioni come la Toscana - ma anche l'Emilia e il Veneto - la base industriale è data dai suoi distretti industriali; c) che la "base della base" è data dall'accumulazione di conoscenze ed esperienze nella testa degli imprenditori e dei lavoratori del distretto; d) che nel mondo della globalizzazione e della crescente varietà delle tecnologie, la varietà dei ceppi culturali e delle esperienze storiche delle comunità industriali italiane è un punto di forza irrinunciabile. Ormai largamente acquisite anche a livello istituzionale, queste posizioni forniscono nel libro la base per urgenti indicazioni di politica economica, con particolare riguardo alla industrializzazione del Mezzogiorno.

  • ISBN: 8833910970
  • Casa Editrice: Bollati Boringhieri
  • Pagine: 195

Dove trovarlo

€14,50

Recensioni

Al momento non ci sono recensioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi la tua recensione

Citazioni

Al momento non ci sono citazioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi citazione

Ancora alla ricerca del libro perfetto?

Compila uno o più campi e lo troverai