Sinossi

«Tutti gli uomini per natura tendono al sapere». Sono queste le prime parole della Metafisica di Aristotele, e sembrano riassumere il senso stesso della filosofia: l’amore per la conoscenza, la ricerca instancabile di domande e di risposte, l’incessante movimento del pensiero. Ma Aristotele non è stato l’unico filosofo capace di usare in modo così mirabile l’incipit dei suoi libri: come spiega Pietro Emanuele, l’uso preciso e incisivo del linguaggio è una prerogativa di tutti i filosofi, perché «nessuno sa rappresentare un concetto o formulare un problema meglio di loro». E poiché i filosofi sono spesso anche formidabili scrittori, capaci di catturare subito l’attenzione del lettore, le prime parole delle loro opere migliori non sono mai semplici inizi, ma scintille destinate ad accendere la curiosità, perché concentrano in pochi caratteri un pensiero di grande impatto e rilevanza. Da Aristotele a Epicuro, da Cartesio a Voltaire, da Marx a Freud, fino a Jaspers, Ricoeur e Fromm, in questo libro Emanuele ci accompagna in un originalissimo percorso attraverso la storia della filosofia a partire dai suoi incipit più famosi, quelli che hanno acceso grandi dibattiti e stimolato gli interrogativi più profondi, e che ancora oggi non smettono di soddisfare la nostra naturale «tendenza al sapere».

  • ISBN: 8867152645
  • Casa Editrice: Salani
  • Pagine: 286

Dove trovarlo

€13,90

Recensioni

Al momento non ci sono recensioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi la tua recensione

Citazioni

Al momento non ci sono citazioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi citazione

Il Libraio per te

Scopri i nostri suggerimenti di lettura

Ancora alla ricerca del libro perfetto?

Compila uno o più campi e lo troverai