Sinossi

A cura di Mario Stefanoni
Saggio critico di Mario Pani

Con testo a fronte

Le Historiae, scritte tra il 104 e il 109 d.C., abbracciano il periodo compreso fra la rivolta di Galba (69 d.C.) e la morte di Domiziano (96 d.C.), una fase convulsa della storia recente dell’impero. Cronista mai neutrale e distaccato, Tacito ha l’occhio volto al presente: vuole capire e spiegare le cause della deriva autocratica che, dall’anarchia del 69, ha condotto al regime dispotico di Domiziano. Con una scrittura tesa e incisiva e la passione civile di chi è testimone di un’autentica tragedia storica, racconta la violenta lotta tra libertas e principatus, denunciando il servilismo, l’inerzia e la decadenza morale della classe dirigente che ha abdicato al suo ruolo di baluardo delle istituzioni dello stato. Ma consapevole che un ritorno agli ideali repubblicani è ormai irrealistico, guarda con fiducia alla soluzione costituzionale di Nerva e Traiano, quella dell’optimus princeps scelto per adozione, convinto che un governo forte costituisca ormai un indispensabile strumento per salvaguardare la grandezza e l’unità dell’impero.

  • ISBN: 8811812844
  • Casa Editrice: Garzanti
  • Pagine: 592

Dove trovarlo

€16,00

Recensioni

Al momento non ci sono recensioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi la tua recensione

Citazioni

Al momento non ci sono citazioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi citazione

Ancora alla ricerca del libro perfetto?

Compila uno o più campi e lo troverai