Il lavoro smobilita l'uomo

Tutti i formati dell'opera

Acquistalo

Sinossi

C'era una volta il lavoro... E ora? Negli ultimi due decenni, o poco più, il lavoro ha subito uno stravolgimento che lascia smarriti. Era il pilastro centrale del nostro mondo. Oltre alla sicurezza economica, sostanziava le nostre identità e i nostri sogni, individuali e collettivi, e dava un forte senso di appartenenza a un'azienda, a un progetto, a una società. Poi il lavoro si è «corrotto»: ristrutturazioni, informatizzazione, nuove tecnologie, delocalizzazioni, soprattutto l'imporsi dell'ideologia del profitto ' tanto, benedetto e subito ' hanno intaccato il Valore portante del Novecento rendendolo «flessibile», effimero, incerto. Mentre la globalizzazione dissotterra un nuovo antico «lavoro»: la schiavitù. L'autrice ripercorre queste tappe, anche con testimonianze e interviste a studiosi, esplorando il senso di precarietà e l'insicurezza che stanno invadendo i singoli e la società. E la paura che si insinua: il sole sta davvero tramontando a Occidente'

  • ISBN: 8830424455
  • Casa Editrice: Longanesi
  • Pagine: 224

Dove trovarlo

€14,60

Recensioni

Al momento non ci sono recensioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi la tua recensione

Citazioni

Al momento non ci sono citazioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi citazione

Il Libraio per te

Scopri i nostri suggerimenti di lettura

Ancora alla ricerca del libro perfetto?

Compila uno o più campi e lo troverai