copertina Teoria del Bloom

Teoria del Bloom

Tutti i formati dell'opera

Acquistalo

Sinossi

Ultimo uomo, uomo della strada, uomo della folla, uomo di massa, uomo-massa: così in prima approssimazione potrebbe essere rappresentato il Bloom – la figura della banalità che prende il nome del personaggio dell’Ulysse di James Joyce – «fratello » della Jeune-Fille oggetto del fortunato volumetto pubblicato lo scorso anno in questa stessa collana. Proprio il riferimento alla Jeune-Fille aiuta a situare la teoria del Bloom rispetto a tante critiche ormai irrimediabilmente datate. Come tra la Jeune-Fille e la sua immagine non c’è niente, così il Bloom è l’uomo a tal punto confuso con la sua alienazione che sarebbe assurdo volerli separare. Il senso dei brillanti sviluppi di queste analisi sta tutto nella piena assunzione di una uniformità e di una conformità ormai totalmente costitutiva della realtà sociale, a loro volta condizioni di quella «concorrenza mimetica» cui il suo niente interiore spinge il Bloom. Nella società dello spettacolo, di cui il libro approfondisce gli estremi sviluppi, «essere» significa «essere diverso»: nel senso del «siate diversi, siate voi stessi» di una nota reclame per biancheria intima.

  • ISBN: 8833915379
  • Casa Editrice: Bollati Boringhieri
  • Pagine: 138

Dove trovarlo

€9,50

Recensioni

Aggiungi la tua recensione

Citazioni

Al momento non ci sono citazioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi citazione

Ancora alla ricerca del libro perfetto?

Compila uno o più campi e lo troverai