Novità in arrivo per la startup italiana PerfectBook

PerfectBook, il motore di ricerca emozionale di libri definito “dinamico libraio 2.0”, diventa un social network (che dialoga con Facebook, Twitter e Google+) su cui è possibile crearsi un profilo per consigliare libri secondo le diverse emozioni e interagire con altri lettori attraverso i loro profili e consigli.

A neppure un anno dalla sua creazione, PerfectBook diventa ora anche una community di lettori che consigliano libri specificando
le emozioni che caratterizzano la lettura. Da lettore a lettore, alla ricerca del proprio #libroperfetto sulla base di ciò che si prova: un passaparola che nasce dall’esperienza emozionale della lettura.

A ideare il progetto, Margherita Bauducco, specialista in Psicomotricità e tecnico della riabilitazione psichiatrica, e Andrea Vassallo, ingegnere informatico e project manager. “Con la community vogliamo permettere ai lettori di dar voce alla propria esperienza di lettura e confrontarsi direttamente sul percorso emotivo e umano che ogni libro regala – tratteggia Andrea Vassallo – La differenza rispetto ad altri social network dedicati ai libri è che su PerfectBook i consigli rivestono il ruolo centrale e promuovono l’interazione tra utenti”.

“Ogni libro suscita emozioni particolari legate anche allo stato d’animo e alle situazioni che viviamo nel momento in cui scegliamo di leggerlo. L’aspetto terapeutico dei libri è ormai sapere comune ma è bene ricordare sempre come pagine di libri possano trasformarsi in gocce di buonumore e come questioni irrisolte possano trovare risposte tra le parole del libro perfetto”, spiega Margherita Bauducco

Il sito, oltre alla ricerca e alla community, ha anche una sezione intitolata “Gocce di emozioni”: una funzionalità con cui PerfectBook consiglia un libro adatto allo stato d’animo selezionato dal lettore; la goccia può essere condivisa sui principali social network trasformando la ricerca individuale in suggerimento di lettura.

(Visited 21 times, 14 visits today)

Commenti