250 eventi, oltre 500 speaker da 44 paesi diversi: dal 5 al 9 aprile torna a Perugia il Festival del Giornalismo...

Giunto all’11esima edizione, il Festival del giornalismo di Perugia, fondato e diretto da Arianna Ciccone e Christopher Potter, si conferma un’occasione unica per riflettere sulle nuove tendenze nel mondo dei media e della comunicazione, grazie alla presenza di numerosi ospiti internazionali. Particolare non da poco, tra i relatori dei tanti incontri, sono molte le donne e sono molti i giovani.

Vista la varietà e la quantità dei temi affrontati (circa 250 eventi, oltre 500 speaker da 44 paesi diversi), questa parziale selezione tra gli appuntamenti può essere solo un primo passo per avvicinarsi al ricco programma del festival, che può contare, tra gli altri, su sponsor comesu Facebook, Google, Amazon, Eni, WordPress e Sky.

Mercoledì 5 aprile

Ore 18, presso la Sala Raffaello dell’hotel Brufani: “Cina: tra media tradizionali e digitali”, con Milica Pesic (direttrice Media Diversity Institute), Fang Wang (FTChinese.com), Xin Xin (Università di Westminster) e Zhang Zhi’an (Università di Sun Yat-sen);

Giovedì 6 aprile

Ore 9:15, presso la Sala Raffaello dell’hotel Brufani: “Le fake news e l’ecosistema della disinformazione”, con Aine Kerr (manager global journalism partnerships Facebook), Mark Little (giornalista), Alexios Mantzarlis (The Poynter Institute), Craig Silverman (media editor Buzzfeed News) e Claire Wardle (First Draft News);

Ore 14:30, presso Palazzo Sorbello: “Il cuore del potere. Storia del Corriere della Sera”, con Sandra Bonsanti (giornalista e scrittrice) e Raffaele Fiengo (giornalista e scrittore);

Ore 15, presso la Sala Raffaello dell’hotel Brufani: “Strumenti utili per i giornalisti su Facebook”, con Sarah Brown (strategic partnerships manager EMEA Facebook);

Ore 15.15, presso la Sala delle Colonne di Palazzo Graziani: “La macchina dei meme: tra disinformazione e verità”, con Joanna Geary (Twitter Moments), Jennifer Lee (co-fondatrice e CEO Plympton), An Xiao Mina (Meedan), Farida Vis (direttrice Visual Social Media Lab) e Claire Wardle (First Draft News);

Ore 17:15, presso la Sala Raffaello dell’hotel Brufani: “Ci saranno ancora giornalisti nel 2030?”, con George Brock (Department of Journalism City University), Janine Gibson (direttrice Buzzfeed UK), Nathalie Malinarich (mobile & new formats editor BBC News) e Gavin Sheridan (cofondatore e CEO Vizlegal);

Venerdì 7 aprile

Ore 10, presso la Sala Perugino dell’Hotel Brufani: “Scienza, dati e innovazione nel giornalismo digitale. La versione di Quartz”, con Akshat Rathi (Quartz) e Cassie Werber (Quartz);

Ore 11, presso la Sala dei Notari: “La verità e i ‘fatti alternativi’: la sfida al giornalismo del Presidente Trump”, con Lucia Annunziata (direttore L’Huffington Post Italia) e Cameron Barr (managing editor The Washington Post);

Ore 12, presso la Sala dei Notari: “Tutti i segreti del News Feed”, con Jeff Jarvis (City University di New York) e Adam Mosseri (vice president of product Facebook);

Ore 16:30, presso Palazzo Sorbello: “Facebook, una grande occasione per il giornalismo. Nonostante tutto”, con Esra Dogramaci (Deutsche Welle), Garrett Goodman (Wochit) e Aron Pilhofer (Temple University);

Sabato 8 aprile

Ore 10:15, presso la Sala Priori: “Morte, immortalità e oblio sui social network”, con Massimo Mantellini (giornalista e scrittore), Antonio Sofi (Gazebo RAI 3) e Giovanni Ziccardi (Università degli Studi di Milano);

Ore 10:45, presso Palazzo Sorbello: “Come affrontare le molestie di genere online”, con Mary Hamilton (The Guardian), Alexandra Pascalidou (giornalista e scrittrice), Julie Posetti (Fairfax Media), Hannah Storm (direttrice International News Safety Institute);

Ore 11, presso la Sala Raffaello dell’hotel Brufani: “Visual storytelling su Instagram”, con Lila King (director global news&publisher partnerships Instagram);

Ore 12.15, presso la Sala Perugino dell’hotel Brufani: “Conosci i tuoi diritti: combattere l’abuso delle querele”, con Scott Griffen (International Press Institute), Emre Kizilkaya (Hürriyet) e Fulvio Sarzana (avvocato);

Ore 15:15, presso la Sala del Dottorato: “Video 360° e realtà virtuale: presente e futuro del giornalismo immersivo”, con Andrea Iannuzzi (coordinatore digital lab Gruppo L’Espresso), Taylor Owen (Università della Columbia Britannica), Dan Pacheco (The Newhouse School Syracuse University), Thomas Seymat (Euronews);

Ore 19, presso la Sala dei Notari: “Verità e giustizia per Giulio Regeni (e non solo)”, con Alessandra Ballerini (avvocata diritti umani e immigrazione), Carlo Bonini (La Repubblica), Giuliano Foschini (La Repubblica), Claudio Regeni (padre di Giulio Regeni), Paola Deffendi Regeni (madre di Giulio Regeni) e Alexander Stille (Columbia Journalism School);

Domenica 9 aprile

Ore 16:30, presso la Sala Raffaello dell’hotel Brufani: “Banche e giornali, segreti e bugie”, con Fabio Innocenzi (amministratore delegato UBS Italia), Giorgio Meletti (il Fatto Quotidiano), Laura Serafini (Il Sole 24 Ore) e Luigi Zingales (Università di Chicago);

Ore 16:30, presso la Sala del Dottorato: “#Terremotocentroitalia: come attivisti, giornalisti, cittadini creano comunità”, con Marieva Favoino, Matteo Fortini e Matteo Tempestini di #Terremotocentroitalia;

Per maggiori dettagli sul festival, per eventuali variazioni e per verificare gli appuntamenti segnalati, consultare il sito ufficiale della manifestazione: Festivaldelgiornalismo.com

(Visited 242 times, 13 visits today)

Commenti