Un'infografica ricca di dati mette a confronto i diversi tempi di scrittura di alcuni autori iconici della letteratura, tra cui Tolkien e Salinger

L’Huffington Post propone un’infografica che mette a confronto i diversi tempi di scrittura di alcuni degli autori più letti della storia, riordinati in ordine crescente per quantità di tempo impiegato, indicando anche quante la dimensione in pagine dell’opera.

CLICCA QUI PER LA VERSIONE INGRANDITA

Le differenze tra il primo e l’ultimo classificato sono notevoli: si spazia dai due giorni e mezzo ai sedici anni, senza che a un lasso di tempo più ampio corrisponda necessariamente un’opera più ampia: Il giovane Holden di Salinger richiede dieci anni di lavoro 250 pagine, Via col vento di Margaret Michell ne richiede altrettanti per un risultato di 880 pagine.

Tra quelli presi in considerazione l’autore più “lento” in assoluto è Tolkien, con i suoi sedici anni per portare a termine la saga dell’anello, mentre il solo primo libro della saga di J. K. Rowling Harry Potter e la pietra filosofale ne ha richiesti sei.

Ogni autore ha i suoi tempi, sembra suggerire il grafico, all’ispirazione non si può mettere fretta né chiedere di rallentare, come non sì può chiedere ad uno scrittore di rinunciare all’ennesima revisione del suo testo, né si deve domandargli di rileggerlo una volta di più: la scrittura, come la lettura, ha i suoi tempi, non è fatta per cronometro. 


LEGGI ANCHE – Calligrafia e personalità, “scrivere a mano favorisce l’autostima”

(Visited 6.880 times, 2.307 visits today)

Commenti