Articolo

“Non qui, non altrove”: la fame e la rabbia di Tommy Orange

La fame è uno strumento molto utile per un artista, se prima non lo ammazza. La fame – il desiderio di affermarsi, conquistare un posto, maturare l'autorevolezza oltre alla forma –  è il motore capace di tenere sveglio e presente a se stesso un autore durante gli anni in cui rimugina su quello che diventerà il…

Articolo

Oltre la distopia: “Amatka” di Karin Tidbeck

La prima edizione di Amatka (Safarà, traduzione di Cristina Pascotto) appare in Svezia nel 2012. Quella che arriviamo a leggere noi, con qualche anno di ritardo, è la solida traduzione italiana del testo che Karin Tidbeck ha tenuto a preparare personalmente per il mercato anglo-americano, curandosi lei di adattare il…

Articolo

“L’educazione”: il racconto di un’infanzia trascorsa nella paura

La futura scrittrice Tara Westover nasce, cresce e quasi muore in un micidiale crogiolo tra fede, superstizione e marginalità voluta: la sua famiglia abbraccia il Mormonesimo nella versione più rigida, poi ci aggiunge le credenze apocalittiche mal assimilate dagli estratti della Bibbia scelti a casaccio, il culto…

Articolo

“Il professore e il pazzo”: perché leggere Simon Winchester

Non scambiatelo per una storia di guarigione, Il professore e il pazzo (Adelphi), né per un apologo edificante sul potere della conoscenza. I fatti raccontati in questo libro sono tutti verissimi, e quindi, ricchi di sfumature, senza condurre a un lieto fine convenzionale. Ad esempio: uno degli autori di punta…