Da news

Giovanni Giudici: la poesia (democratica), la parola, la vita

Giovanni Giudici: la poesia (democratica), la parola,…

In che modo la scienza ha penalizzato le donne? Il saggio di Angela Saini

In che modo la scienza ha penalizzato…

Dal libro al film: "Il ladro di giorni", il nuovo progetto crossover di Guido Lombardi

Dal libro al film: "Il ladro di…

Narrativa, saggistica e poesia: ecco le classifica dei libri di qualità di ottobre

Narrativa, saggistica e poesia: ecco le classifica…

40 libri consigliati ora (autunno 2019)

40 libri consigliati ora (autunno 2019)

Jay Kristoff, "Nevernight" e il fantasy contemporaneo

Jay Kristoff, "Nevernight" e il fantasy contemporaneo

"Un uomo in fiamme": Marco Cubeddu racconta l'eroismo dei pompieri

"Un uomo in fiamme": Marco Cubeddu racconta…

Storie di sfigati che hanno spaccato il mondo

Storie di sfigati che hanno spaccato il…

Booker Prize 2019, due vincitrici:  Margaret Atwood e Bernardine Evaristo

Booker Prize 2019, due vincitrici: Margaret Atwood…

Letteratura, addio al critico letterario Harold Bloom

Letteratura, addio al critico letterario Harold Bloom

Al via la seconda edizione del Premio DeA Planeta

Al via la seconda edizione del Premio…

"L’uomo del labirinto", il nuovo film di Donato Carrisi tratto dall'omonimo libro

"L’uomo del labirinto", il nuovo film di…

L'autore

Barbara Pym

Barbara Pym

Raramente a una scrittrice è capitato di essere considerata “fuori moda” in vita per poi essere riscoperta, sempre in vita, come un classico: è quello che è successo a Barbara Pym (1913-1980), laureata a Oxford, che inizia a pubblicare nel 1950 suscitando stima e simpatia da parte del pubblico e della critica. Ma nel 1963 il suo editore dichiara che non c’è più un pubblico per i suoi libri, e l’autrice li vede andare fuori commercio uno dopo l’altro. Nel 1977, il “Times Literary Supplement” fa un’inchiesta sugli scrittori più sottovalutati del secolo e due autori di fama indicano il nome di Barbara Pym. In poco tempo, vengono ristampati i suoi vecchi libri, che diventano bestseller e sono tradotti in moltissimi paesi stranieri, ed escono tre nuovi romanzi. Dopo la morte, per volontà di Hazel Holt, la sua curatrice letteraria, ne vengono pubblicati altri tre, tra cui Crampton Hodnet e Una questione accademica. Da allora la reputazione di Barbara Pym non ha fatto altro che crescere. Paragonata a Jane Austen per la capacità e la grazia sopraffine con cui ritrae il quotidiano e le relazioni umane, Pym trasforma l’ordinario in straordinario. L’ironia con cui descrive il mondo è pungente ma affettuosa e serve ad accettare le quotidiane, inevitabili ingiustizie dell’esistenza.

Citazioni libri autore

Non è stata inserita nessuna citazione tratta da questo libro.
Una questione accademica

Una questione accademica

B. Pym

Scritto tra il 1970 e il 1972 e pubblicato postumo nel 1986, quest’ultimo romanzo di Barbara Pym è al tempo stesso…

Un po’ meno che angeli

Un po’ meno che ange…

B. Pym

Tom è un giovane attraente, alto, esile, che proviene da una famiglia agiata, abbandonata per seguire la sua incontenibile passione…

Jane e Prudence

Jane e Prudence

B. Pym

Jane, quarantenne, è un'accademica dal viso struccato e dall'abbigliamento dimesso, più adatto a un pollaio che a essere mostrato…

Amori non molto corrisposti

Amori non molto corrisposti

B. Pym

Anni cinquanta, Londra. Dulcie fa la correttrice di bozze. Pymescamente single dopo un amore finito male, vive da sola in una…

Donne eccellenti

Donne eccellenti

B. Pym

Un bell'uomo un po' sciocco segretamente ammirato da una donna che del proprio non avere speranza non solo non si cruccia, ma…

Crampton Hodnet

Crampton Hodnet

B. Pym

Oxford, anni trenta. La signorina Doggett, un'insopportabile vecchia signora, riempie la propria esistenza organizzando tè e…

Il libraio per te I libri scelti in base ai tuoi interessi

Grazie alle azioni che compi sul sito saremo in grado di fornirti consigli per le tue prossime letture.