A oltre 70 anni dalla prima pubblicazione in Italia, tornano le "Avventure del capitano de Contreras", dello stesso Alonso de Contreras, militare, avventuriero e scrittore spagnolo, vissuto nel '600...

A oltre 70 anni dalla prima pubblicazione in Italia, tornano le Avventure del capitano de Contreras (Longanesi), dello stesso Alonso de Contreras, militare, avventuriero e scrittore spagnolo, vissuto nel ‘600. Il libro è curato da Marco Cicala, che ne ha scritto un’introduzione, e arricchito dalla prefazione di Arturo Pérez-Reverte.

Avventure del capitano de Contreras Alonso De Contreras

Alonso de Contreras, nato Alonso de Guillén (Madrid, 1582-1641), è stato esiliato a tredici anni per aver ucciso un compagno di studi. Dopo essersi arruolato nelle Fiandre sotto il comando dell’arciduca Alberto d’Austria, fu inviato in Italia. E proprio dall’Italia parono le sue avventure. Anima inquieta, sempre in fuga o in missione – nonché colpevole di uxoricidio -, il capitano de Contreras dà nella sua autobiografia una visuale particolarmente dettagliata della situazione dei soldati spagnoli militanti nell’impero asburgico: la maggior parte di umile estrazione sociale, spesso giovanissimi e inclini al saccheggio, costretti dalla povertà e dalla crisi a partire.

Che tipo di
avventura fa per te?

Scoprilo con il nostro test

Tra incontri, duelli, viaggi avventurosi da una parte all’altra del continente, la testimonianza di de Contreras è un documento unico, rimasto sopito per tre secoli in forma manoscritta e ripubblicato in Italia nel 1946, da Leo Longanesi.

Commenti