"E' una bella esperienza che consiglio a tutte le persone che hanno un'attività commerciale. E' uno scambio culturale che porta tante belle sorprese...". Scopri l'idea di Marina Alfieri, che ha dato vita a una Little Free Library (perfetta per mettere in pratica il BookCrossing) direttamente nell'officina che gestisce con il marito...

Vi ricordate le Little Free Library? Sono delle piccole biblioteche perfette per mettere in pratica il BookCrossing, e, in tutto il mondo, ne esistono svariate forme. A Genova, ad esempio, se ne trova una delle più curiose, collocata in un’officina… sì, avete letto bene.

Su ilLibraio.it, l’ideatrice della “biblio-officina”,, raccontato così la sua storia.

Cartello-lettle-free-library

“Gestisco con mio marito un’officina nel centro di Genova, dove facciamo cambio vetri per auto. A differenza delle altre officine, come le carrozzerie o quelle meccaniche, il cambio dei vetri avviene in poche ore, così il cliente spesso rimane nella nostra sala d’attesa ad aspettare che la macchina sia pronta… Avendo la passione per la lettura, circa 4 anni fa decisi di aprire una pagina Facebook chiamandola ‘Io amo leggere e tu?’ per cercare di divulgare la lettura anche fra le persone che non leggono, perché, secondo me, è allarmante la situazione dei non lettori nel nostro Paese”.

io-amo-leggere

“Dopo pochi mesi ho visto crescere la pagina in un modo incredibile. I lettori sono persone molto attente, ma soprattutto disponibili e generose nel seguire la pagina e consigliare i libri: proprio attraverso le interazione su Facebook ho scoperto la storia di Todd Bol e di come aveva avviato la rete della Little Free Library partendo dal suo giardino di casa”.

E aggiunge: “Ho pensato che sarebbe stata una bellissima idea per scambiarsi i libri senza spendere denaro, ma anche un modo per attirare nuovi lettori: così, a maggio del 2014, ho deciso di creare la mia Little Free Library nella sala d’attesa della reception della nostra officina. Sono andata a comperare una libreria e l’ho messa vicino alla macchinetta del caffè: restava il problema di doverla riempire di libri senza portare i miei da casa (di cui sono gelosissima)”.

libri free

Racconta ancora Marina Alfieri: “Volevo andare a comprarne alcuni per iniziare e, nel frattempo, visto che ci tenevo tantissimo ad avere anche libri per bambini, ho svuotato buona parte della libreria delle mie figlie, che hanno 12 e 14 anni e l’ho iniziata con quelli. Poi ho raccontato tutta la storia su Facebook, e da lì è iniziata una storia magica. I miei amici si sono presentati con scatoloni interi pieni di libri di ogni genere, sono arrivata al punto che non sapevo più dove metterli; me ne sono arrivati così tanti che ne ho presi alcuni da portare a casa”.

Scatola-libri-in-regalo

Quindi conclude: “Abbiamo messo dei cartelli anche sul bancone della reception, e quando arrivano i clienti raccontiamo loro come funziona la Free Library: possono prendere i libri gratuitamente, in cambio chiediamo di portare un altro libro già letto in modo che la libreria sia sempre fornita. Mentre aspettano che la loro auto sia pronta molti ‘curiosano’ e se ne prendono anche due, tre alla volta. Insomma davvero una bella esperienza che consiglio a tutte le persone che hanno un’attività commerciale. E’ uno scambio culturale che porta tante belle sorprese”.

Free-library-2

LEGGI ANCHE:

Il bar che dice no ai video poker. Al loro posto? Una mini-biblioteca… La storia di Azzurra

Commenti