A Napoli un immobile sottratto alla camorra diventerà una biblioteca... - La storia

Siamo a Napoli, nel quartiere Sanità, dove non si trovano biblioteche. Grazie all’associazione “Adda passà à nuttata” (fondata nel 2010), però, quest’area del capoluogo campano avrà presto un luogo dedicato ai libri e la cultura. In via Salita dei cinesi, infatti, come racconta Il Mattino, un immobile sottratto alla camorra diventerà una biblioteca. Ne ha parlato Davide D’Errico, presidente dell’associazione, ospite del tribunale di Napoli per un convegno dedicato proprio ai beni confiscati alla criminalità.

È già partita la raccolta di libri, a cui sono invitati a partecipare i cittadini, per costruire la biblioteca che verrà. I punti di raccolta sono stati istituiti presso la Camera penale del tribunale e presso l’associazione forense Magna Carta.

Sul sito Crudiezine.it, il presidente dell’associazione spiega che l’obiettivo è di dar vita a una biblioteca pubblica, “perché vogliamo che essa rappresenti un servizio pubblico, accessibile e usufruibile a tutti”. Sottolinea D’Errico: “Prenderci cura di luoghi abbandonati e renderli beni accessibili a tutti rappresenta una grossa vittoria contro la camorra, la quale schiavizza la cultura. Ci stiamo occupando della realizzazione delle strutture che costituiscono una biblioteca, dalle pedane alla scaffalatura e l’idea è anche quella di trasmettere il messaggio che tutto si può riciclare ed essere riutilizzato”.

SCOPRI LA SEZIONE “BIBLIOTECHE” DEL SITO ILLIBRAIO.IT

Commenti