Maria Carmela e Angelica, le due sorelle proprietarie della libreria “Vicolo stretto” a Catania, hanno rilevato la libreria “Prampolini”: "Faremo un restauro conservativo delle sue scaffalature, i libri antichi rimarranno, ma..."

In un periodo in cui molte piccole librerie sono costrette a chiudere, ci sono anche belle storie da raccontare. Come quella di Maria Carmela e Angelica Sciacca, che ci porta a Catania. Le due sorelle non solo hanno fondato la libreria Vicolo stretto, ma ora hanno anche deciso di rilevare la libreria antiquaria Prampolini, una realtà storica della città siciliana, situata in via Vittorio Emanuele.

Una libreria antica, dunque, che torna così a nuova vita, grazie all’impegno di Maria Carmela e Angelica. Proprio quest’ultima, parlando della nuova vita della Prampolini, intervistata da La Sicilia ha raccontato: “Manterrà la sua veste estetica, faremo un restauro conservativo delle sue scaffalature, i libri antichi rimarranno, però sarà una libreria generalista con le novità editoriali“.

A proposito della nuova sfida, frutto di coraggio e perseveranza, ma anche di consapevolezza, Maria Carmela ha spiegato: “È un rischio, ma ho pensato che, se in 7 anni una libreria piccola di 23 metri quadrati (il riferimento è a Vicolo stretto, ndr) è riuscita a crearsi un pubblico folto […] vuol dire che non dipende solo da quanto si legge, ma soprattutto dal fattore umano. Allora, perché non portare tutto questo in una libreria più grande, nella quale poter offrire molto di più?”.

 

nota: la foto grande in alto non corrisponde a quella della libreria citata nell’articolo

db database librerie

Scopri l’archivio delle librerie italiane

 

Commenti