Quali sono i confini del conduttore? E come dare la parola e gestire le domande del pubblico? Sono alcuni dei temi che verranno affrontati dalla prima edizione del corso "Il conversatore letterario", a Mantova il 23 e 24 febbraio - I particolari

L’Italia è la patria dei festival letterari. Se ne tengono decine e decine, da Nord a Sud, nelle grandi città come in provincia, in tutti i mesi dell’anno (qui, a proposito, il calendario 2019 dei principali appuntamenti, a cura della redazione de ilLibraio.it). Non solo: le librerie italiane ogni giorno organizzano presentazioni di libri (alcune riuscite, altre meno: di certo l’aneddotica in proposito non manca).

Affinché questi incontri risultino interessanti e utili per il pubblico presente, è importante non solo che il tema e gli autori protagonisti meritino il tempo dedicato, ma anche che chi conduce/modera le presentazioni sia preparato e capace di gestire al meglio incontri di questo tipo (in cui non mancano imprevisti).

A questo proposito, a Mantova (forse la capitale mondiale dei festival culturali, visto che ospita il prestigioso Festivaletteratura) il 23 e 24 febbraio si terrà la prima edizione de “Il conversatore letterario”, corso nato da un’idea di Gabriele Romagnoli e Simonetta Bitasi.

L’appuntamento è “dedicato a chi vuole gestire in maniera corretta e sapiente un’intervista letteraria in pubblico, a chi opera nel mondo dei libri e vuole maneggiare correttamente i fondamentali per coordinare un dialogo scrittore-lettori e a chi si è già misurato con incontri pubblici con autori e vuole confrontarsi su modalità e occasioni”.

Ed ecco alcuni moduli del corso: “Coordinare, condurre, stimolare, contestare: quali sono i confini del conduttore?”, “Gli inconvenienti più comuni e come gestirli”, “Catalogo degli errori: il mea culpa del presentatore“, “Come dare la parola e gestire le domande del pubblico” e, non ultimo, “Empatia e antipatia”.

I docenti sono Gabriele Romagnoli, Peter Florence, Simonetta Bitasi, Gaia Manzini, Alessandro Zaccuri, Fabio Geda, Laura Torelli e Laura Cangemi.

“Il conversatore letterario” (per massimo 25 partecipanti) costa 100 euro e si tiene dal sabato pomeriggio alla domenica sera (qui maggiori informazioni).

Commenti