Sinossi

Il libro più completo
sulla stagione delle stragi
e della lotta alla mafia
 
“I capimafia irriducibili attualmente
all’ergastolo ostativo sono depositari di segreti di portata
destabilizzante per l’intero sistema di potere nazionale.”
Roberto Scarpinato, già procuratore generale di Palermo,
30 settembre 2021
 
L’agenda rossa di Paolo Borsellino, Profondo nero, L’agenda nera della Seconda repubblica, DepiStato: quattro libri fondamentali per la prima volta riproposti in un unico volume. L’inchiesta completa sullo stragismo italiano con radici siciliane e il suo carico di complicità istituzionali. Un groviglio criminale che è una componente strutturale della storia della Repubblica, fin dagli anni successivi alla Seconda guerra mondiale. Una storia nera da troppi bollata come fantasia di complottisti, che in queste pagine può essere finalmente ripercorsa dal principio, restituendo alla parola complotto l’accezione originaria di intrigo e macchinazione criminale.
 
C’è una storia ufficiale e c’è una storia sotterranea che l’attraversa, salendo raramente in superficie, più spesso viaggiando sottotraccia, sempre avvolta da un alone di mistero. È fatta così la storia d’Italia almeno dal Secondo dopoguerra, passando per le stragi del 1992-93 che segnarono la fine della Prima repubblica travolta da un bagno di sangue e arrivando fino a oggi. Nel mezzo, processi, depistaggi, ricatti, complicità istituzionali e il silenzio molto spesso complice di un’informazione che ha preferito che le vittime, e in particolar modo Falcone e Borsellino, diventassero eroi buoni solo a fare i protagonisti di fiction televisive, lasciando che la cronaca si trasformasse in tragedia ma senza occuparsi delle ragioni che l’hanno determinata, dribblando i dubbi e ignorando i punti oscuri, disinteressandosi della verità storica e strumentalizzando talvolta quella giudiziaria, come sta avvenendo in merito al processo sulla trattativa Stato-mafia, di cui si racconta in queste pagine.
Questo libro nero ripercorre oltre settant’anni di massacri ed è il risultato di più di vent’anni di lavoro investigativo su mafia e potere. Un viaggio nell’indicibile della storia criminale italiana che demistifica una volta per tutte la narrazione di una mafia tutta coppole storte, lupara e pizzini sgrammaticati, sconfitta dallo Stato e dalla forza della legge. Il numero, le dimensioni e il livello delle protezioni politiche e delle coperture giudiziarie e investigative che hanno segnato gli anni delle stragi e quelli della lotta alla mafia rappresentano una componente strutturale della storia italiana che non può essere ignorata. Queste pagine lo documentano con chiarezza, attraverso un racconto dei fatti narrativamente incalzante e giornalisticamente sempre puntuale.
Il volume è arricchito dai testi di Marco Travaglio, che ha firmato l’introduzione a L’agenda rossa di Paolo Borsellino, e di Salvatore Borsellino, fratello del magistrato ucciso in via D’Amelio, autore del contributo posto in appendice a DepiStato.

  • ISBN: 8832964724
  • Casa Editrice: Chiarelettere
  • Pagine: 1092
  • Data di uscita: 18-11-2021

Dove trovarlo

€25,00

Recensioni

Al momento non ci sono recensioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi la tua recensione

Citazioni

Al momento non ci sono citazioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi citazione

Ancora alla ricerca del libro perfetto?

Compila uno o più campi e lo troverai