Sinossi

Goethe amava passeggiare nei dintorni di Weimar, e si sedeva spesso a scrivere all'ombra di un faggio. Fu nei pressi di quel luogo che nel 1937 i nazisti costruirono il campo di concentramento di Buchenwald; quell'albero divenne testimone di atrocità e orrori che ben presto cancellarono ogni ricordo di poesia. Così come il quattordicenne Willi, che, strappato bruscamente alla sua vita, viene internato per aver distribuito volantini e finisce con l'assistere alla degradazione di tutto ciò che è umano: la solidarietà, la speranza, l'amicizia, travolte dalla nuda necessità di sopravvivere. Nel campo valgono poche regole ferree: solo i forti ce la fanno, solo chi vende il proprio corpo in cambio di favori può andare avanti per se stesso e per gli altri. Il più forte di tutti è Bubi, che offre se stesso quotidianamente nel mercato di carne umana del lager; ma un giorno quello stesso sacrificio viene chiesto a Willi? Helga Schneider sfida se stessa e i lettori e racconta con commozione, dolore e speranza, ma soprattutto con grandissima umanità e delicatezza, un momento della nostra Storia recente in cui tutto ciò che ci rende umani ha rischiato di essere annientato per sempre; e lo racconta perché nessuno dimentichi, perché tutti lo sappiano, perché mai più si ripeta, nel presente e nel futuro.

  • ISBN: 8867150197
  • Casa Editrice: Salani
  • Pagine: 154

Dove trovarlo

€5,99

Recensioni

Al momento non ci sono recensioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi la tua recensione

Citazioni

Al momento non ci sono citazioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi citazione

Il Libraio per te

Scopri i nostri suggerimenti di lettura

Ancora alla ricerca del libro perfetto?

Compila uno o più campi e lo troverai