il libro

Te lo giuro sul cielo

Acquista
Una scoperta sensazionale, un lampo imporvviso. Un libro che può vagamente ricordare i romanzi di Vitali, ma con una ventata di freschezza in più. Una finestra aperta sul passato che fa bene a tutti. Consigliatissimo anche a chi ama le saghe familiari.
IBS.it
Luigi Maieron stabilisce attraverso una tavolozza piena di colori quello che lui intende per memoria e testimonianza e valore dei luoghi e della gente che quei posti li abita. Ne vien fuori uno spaccato di un angolo di Italia del tutto avulso dalle realtà urbane, ma fondamentale perché è sui confini, è nei territori di frontiera che nascono le storie più suggestive.
Cosimo Argentina, Avvenire
Cercivento, piccolo paese della Carnia, come Macondo, la città irreale in cui Gabriel Garcia Marquez fa vivere i personaggi di Cent’anni di solitudine. Un’esilarante epopea che sembra lontana anni luce dal mondo di oggi.
Vittorio Pierobon, Il Gazzettino
Cecilia, Toni, Giuliana, i vecchi alimentari, lo sgombro avvolto nella carta, i profumi e l’odore dei boschi è come se provenissero da un’immensa vetrina che l’autore ha ricreato con la sua penna
Cosimo Argentina, Avvenire
Una scoperta sensazionale, un lampo improvviso. Una finestra aperta sul passato. Consigliatissimo anche a chi ama le saghe famigliari.
Rosa, Ibs.it
La protagonista Cecilia è un personaggio che sembra inventato, invece è vero, come sono veri tutti i partecipanti a questa saga famigliare. Consigliato
Alberto, Ibs.it
Dopo il successo di "Quasi niente", il nuovo romanzo di Luigi Maieron

Con la presentazione di Mauro Corona

“Leggendo queste pagine si cammina sulla cenere dei ricordi,
sollevando la polvere di un mondo antico, ormai sepolto per sempre…
Leggeri battiti di cuori dimenticati che, con un po’ di attenzione,
si possono ancora ascoltare… Maieron lo ha fatto.
In musica e prosa, anzi, una prosa musicale.
Con lealtà e dolcezza, dentro epifanie di dolori e
speranze che aiutano un po’ tutti noi.
Onore al merito, caro compare.”
Mauro Corona

Il primo amore di Cecilia è una fisarmonica dal mantice di cartone. Grinta, passione e irresistibile comicità, lei è un fiume in piena che prende a morsi la vita.
“Te lo giuro sul cielo” racconta l’esilarante e incontenibile epopea di un piccolo mondo antico che ha lasciato tracce indimenticabili. Che ha piantato radici profonde. Luigi Maieron compone la sua narrazione e i suoi ricordi come in un romanzo, ci porta indietro nel tempo, tra le montagne di Carnia, in Friuli, in un paese minuscolo il cui nome significa “circondato dai venti”. Istintoe magia, carisma e imprevedibilità hanno trovato casa per molto tempo a Cercivento, con Augusta, Pio, Genesio, la comare Teresine, Nodâl, Anna, Nêl, una galleria di personaggi singolari e irresistibili che l’autore immortala con immagini precise e toccanti, senza mai tradire il dialetto, lingua che mostra la vita tralasciando fronzoli e mediazioni.
Un omaggio a una terra, la Carnia, che sembra un’invenzione letteraria. Una presenza viva in ogni pagina. Una storia che consegna un messaggio senza pretendere di dare lezioni. Semplicemente raccontando un modo di vivere e di stare al mondo che oggi sembra non essere più possibile. Un modo non sempre giusto, ma autentico, semplice e schietto. Vero.

 
Titolo
Te lo giuro sul cielo
ISBN
9788832960020
Autore
Collana
Casa Editrice
CHIARELETTERE
Dettagli
320 pagine, Brossura
Prezzo di questa edizione cartacea

Citazioni più amate

Non è stata inserita nessuna citazione tratta da questo libro.
Te lo giuro sul cielo

Te lo giuro sul cielo

L. Maieron

Con la presentazione di Mauro Corona“Leggendo queste pagine si cammina sulla cenere dei ricordi, sollevando la polvere di…

DISPONIBILE A MILANO
IN LIBRERIE ADERENTI AL SERVIZIO LIBRICITY

Il libraio per te I libri scelti in base ai tuoi interessi

Grazie alle azioni che compi sul sito saremo in grado di fornirti consigli per le tue prossime letture.

Quali sono i libri che ti emozionano?

Rimani sempre aggiornato
sulle ultime uscite dei tuoi generi preferiti.

Iscriviti alla newsletter personalizzata