Sinossi

La violenza ci appartiene, è parte integrante della vita. Anzi, è insita nell’uomo: da queste «scandalose» considerazioni parte Luigi Zoja per indagare senza ipocrisie le origini degli impulsi distruttivi che abitano l’essere umano. Senza ignorare l’immenso balzo in avanti che la violenza ha compiuto con la modernità, dal punto di vista tecnologico e antropologico, Contro Ismene passa in rassegna fenomeni che hanno segnato le vicende del genere umano: dalla violenza spettacolarizzata di Roma antica, fino al recente scontro di civiltà con il mondo medio-orientale, passando dalla sanguinosa conquista spagnola del Messico e dai genocidi del XX secolo. Come dice il titolo di un capitolo e del libro, Zoja dà voce a chi, al pari di Antigone con la sorella Ismene, si schiera contro la brutalità, del singolo e dello stato, in cerca di «anticorpi culturali» all’istinto di distruzione. Senza di essi «la violenza può divampare in tempi paurosamente brevi», mentre invece «graduali, faticose e in buona parte individuali sono le opere di prevenzione cui siamo chiamati a contribuire».

  • ISBN: 8833975541
  • Casa Editrice: Bollati Boringhieri
  • Pagine: 159

Dove trovarlo

€5,99

Recensioni

Al momento non ci sono recensioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi la tua recensione

Citazioni

Al momento non ci sono citazioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi citazione

Il Libraio per te

Scopri i nostri suggerimenti di lettura

Ancora alla ricerca del libro perfetto?

Compila uno o più campi e lo troverai