Sinossi

«Come può essere sentito e considerato come la massima felicità qualcosa che istupidisce e potenzialmente imbarbarisce? Alla fine l'amore è davvero solo una malattia, e neppure la più bella, bensì la più bella che esista? Oppure è un veleno, ed è la quantità a decidere se sarà benefico o devastante? Aiuto, Socrate, aiuto!» Sono proprio l'amore e il suo funesto doppio, la morte, che Süskind ha deciso di affrontare in questo breve, ma intenso saggio. E per farlo chiama a raccolta testimoni illustri come Platone, Socrate, Goethe, Wagner, Stendhal, e mette a confronto il destino di Orfeo e di Gesù, in quanto entrambi hanno tentato di vincere la morte in nome dell'amore. E in questo confronto tra Mito e Storia, Süskind dà prova del suo talento, oltreché di saggista, di narratore, di colui che sa misurarsi con gli abissi del sublime e tracciare un ritratto di un passato che non solo è parte di noi, ma nel quale ognuno può guardarsi come in uno specchio.

  • ISBN: 885021815X
  • Casa Editrice: TEA
  • Pagine: 78

Dove trovarlo

€6,00

Recensioni

Aggiungi la tua recensione

Citazioni

Al momento non ci sono citazioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi citazione

Il Libraio per te

Scopri i nostri suggerimenti di lettura

Ancora alla ricerca del libro perfetto?

Compila uno o più campi e lo troverai