copertina Caratteri

Caratteri

Tutti i formati dell'opera

Acquistalo

Sinossi

Introduzione, traduzione e note di Luigi Torraca

Con testo a fronte

I Caratteri (316 a.C.) di Teofrasto, discepolo di Aristotele e autore di opere di filosofia, logica e fisica che gli meritarono un’indiscussa autorità fino a tutto il medioevo, sono una variopinta galleria di trenta «tipi umani» – fra gli altri, l’adulatore, lo zotico, lo spilorcio, il vanaglorioso, il codardo – descritti con fine penetrazione psicologica e gusto del pittoresco. Sebbene l’aureo libretto sia stato oggetto di letture moraleggianti culminate nella rivisitazione che ne fece Jean de la Bruyère nel Seicento, non è un trattato di etica, ma piuttosto un repertorio retorico di vizi e difetti ad uso dei poeti comici. Ciascun Carattere inizia con una definizione tratta da Aristotele, ma sulla precettistica hanno immediatamente il sopravvento l’arte e la sensibilità scenica: Teofrasto allestisce uno scintillante spettacolo teatrale che offre un efficace spaccato della vita quotidiana nell’Atene del iv secolo a.C., con la brulicante folla del mercato, le botteghe, i bagni pubblici. Nella loro realistica evidenza questi ritratti compongono una commedia umana in cui le miserie sono ridicole piuttosto che pericolose, i personaggi peccano contro l’educazione e il buon gusto più che contro la morale, e il riso è l’unica sanzione del vizio.

  • ISBN: 8811365392
  • Casa Editrice: Garzanti
  • Pagine: 160

Dove trovarlo

€9,00

Recensioni

Aggiungi la tua recensione

Citazioni

Al momento non ci sono citazioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi citazione

Ancora alla ricerca del libro perfetto?

Compila uno o più campi e lo troverai