L'obiettivo è "recuperare la socialità senza disprezzare le nuove tecnologie". A Roma apre la libreria Teatro Tlön: spazio a libri e attività per adulti e bambini...

L’appuntamento è per il 2 ottobre: a Roma (via Nansen 14-16, zona Ostiense/Piramide) inaugurerà uno spazio “dove si farà cultura, divulgazione e comunicazione in modo innovativo”: la Libreria Teatro Tlön, che nasce dalla doppia natura del progetto Tlön: da un lato casa editrice di testi di filosofia e spiritualità e dall’altro impresa di ideazione eventi culturali. “È stata una conseguenza naturale ideare uno spazio in grado di dare ai libri un palcoscenico e al teatro un contesto sociale e familiare”, si legge nel comunicato di presentazione.

L’intento principale di questo luogo, infatti, consiste “nell’essere un polo culturale su più piani: per bambini, con attività curate anche dagli ideatori dell’Asilo nel Bosco; per ragazzi, con iniziative mirate a rendere pop e affascinante la filosofia e la narrativa; per adulti, attraverso un raccordo con varie università statunitensi per offrire una fruizione seria e competente di tematiche letterarie, filosofiche, psicologiche e mistiche”.

Particolarità interessante della libreria sono le Tlonferenze, incontri di 15 minuti a metà tra le conferenze TED e lo Speakers’ Corner di Londra in cui oratori, cantanti, attori e lettori si alternano sul palco triangolare della Libreria Teatro per due ore. Le tlonferenze sono disponibili anche su internet.

La Libreria Teatro è uno spazio aperto a chi ha bisogno di un posto silenzioso per leggere, una connessione Wi-Fi gratuita, un consiglio di lettura, uno scambio di idee, o per chi vuole assistere a un concerto, un seminario, un reading, uno spettacolo teatrale. E anche per chi ha voglia – una volta ultimata la lettura di un libro – di regalare ad altri lettori la propria videorecensione. L’obiettivo principale è infatti quello di “recuperare la socialità senza disprezzare le nuove tecnologie”.


LEGGI ANCHE – Alessandra, 25 anni, rileva una libreria di Roma che stava per chiudere: “Lo sognavo fin da bambina” 

Commenti