Incontri con autori aperti al pubblico, ma anche consigli pratici per scrittori emergenti e non: dal 24 al 27 settembre a Matera torna il festival dedicato alla Women’s Fiction

Andando incontro al “futuro aperto” e alle nuove sfide culturali per la città di Matera, capitale Europea della cultura nel 2019, il Women’s Fiction Festival, giunto alla dodicesima edizione, come spiega un comunicato “punta i riflettori sul tema della scrittura e della lettura come esperienza di crescita culturale, individuale e collettiva”: divertimento, istruzione, esperienze di vita, con i libri il futuro è aperto e accessibile, ricco di stimoli che aiutano ad apprendere, per curare meglio, comprendere meglio la contemporaneità, salvaguardare e rigenerare il patrimonio culturale collettivo. “Il WFF vuole così rafforzare la cittadinanza culturale della comunità, con la testimonianza di esperienze di scrittura e lettura condivisa, con voci diverse che esplorano mondi possibili”.

matera

La formula del Women’s Fiction Festival rimane la stessa: congresso internazionale per scrittori, master class condotte da scrittrici, appuntamenti a tu per tu tra scrittori, editor, agenti letterari e consulenti editoriali, incontri con il pubblico, concerti e una premiazione letteraria.

Con la sua doppia anima, il Women’s Fiction Festival è stato concepito per chi scrive e per chi legge: crea ponti nell’industria editoriale, avvicina chi scrive a chi pubblica romanzi di ogni genere, promuove i libri e la letteratura nelle piazze, nelle scuole, tra la gente per avvicinare il pubblico alla lettura.

CONGRESSO INTERNAZIONALE PER SCRITTORI – Aggiornamento professionale, approfondimento culturale, opportunità di pubblicazione in Italia e all’estero: il Congresso internazionale per scrittori comprende: panel di approfondimento sul mercato editoriale internazionale, quest’anno con focus sulla letteratura per ragazzi, young adult e thriller, laboratori creativi di scrittura, appuntamenti a tu per tu con editor e agenti letterari, consulenze one to one con esperti di editoria digitale, traduzione e promozione.

Al centro della riflessione la figura dell’autore, rivoluzionata negli ultimi dieci anni: in un’editoria che si costruisce “dal basso”, lo scrittore diventa protagonista ed è lui a proporsi e promuoversi, intrecciando legami con altri autori, anche stranieri, in una comunità che condivide pareri, consigli e un po’ di sana competizione. Il mondo dell’editoria sta attraversando un momento di profonda trasformazione: le case editrici lo stanno affrontando con competenza, creatività, scovando nuove soluzioni e stringendo relazioni nuove e diverse con i propri autori.

APPUNTAMENTI A TU PER TU CON EDITOR E AGENTI LETTERARI – La Borsa del Libro, uno degli appuntamenti più richiesti del Congresso internazionale per scrittori, è l’elemento distintivo del Women’s Fiction Festival. Alla Borsa del Libro gli agenti e gli editor presenti saranno disponibili per colloqui a tu per tu con i partecipanti provenienti da diversi paesi del mondo. Il pitching dura 10 minuti, il tempo per poter raccontare la propria idea o la propria storia sotto forma di sinossi. L’opportunità è unica: si può essere valutati, rifiutati, scelti e/o pubblicati.

Tra gli editor e gli agenti con cui fare il pitching, da gli Stati Uniti, Christine Witthohn, Book Cents Literary Agency, Meghan Farrell, editor Tule Publishing. Dall’Inghilterra: Julia Churchill, AM Heath LtD Literary Agency , Andrew Lownie, Andrew Lownie Literary Agency Ltd Penelope Holroyde, Literary Agency, Kate Stephenson, direttore editoriale Harper Collins. Dall’Italia Alessandra Bazardi (Alessandra Bazardi Literary Agency), Alice Di Stefano (editor Fazi), Chiara Ferrari (editor tr60/Nord), Enrico Racca (direttore editoriale Mondadori Ragazzi), Angela Rastelli (editor Einaudi), Vicky Satlow (Vicky Satlow Literary Agency), Chiara Scaglioni (editor Harlequin Mondadori).  Da Amazon Publishing Italia, presente Alessandra Tavella, mentre dalla Germania, Nina  Matera Nina Vossschulte.

CHIEDI ALL’ESPERTO – A disposizione degli iscritti al congresso internazionale per scrittori, i consulenti esperti in diversi ambiti del mondo editoriale: per le traduzioni, Athina Papa, per la promozione digitale, David Gaughran, Porter Anderson, giornalista ed esperto di marketing editoriale digitale, Ricardo Fayet, di Reedsy ltd, Jane Friedman, Camile Mofidi di Kobo Writing Life. Per la sicurezza informatica, sarà a disposizione l’esperto Adam Firestone.

LE CONVERSAZIONI LETTERARIE DEL WFF 2015 –Tornano gli incontri tra i banchi di scuola e le presentazioni di libri nelle piazze, tra la gente. Sotto i riflettori quest’anno storie dedicate all’immigrazione, all’educazione sentimentale contro l’omofobia, agli abbandoni coniugali e al diritto di essere genitori, alla forza della passione e a figure straordinarie come Dante.

GLI OSPITI: – Biagio Bagini, Daria Bignardi, Teresa De Sio, Mario Desiati, Miriam Dubini, Valerio Corzani, Isa Grassano, Sofia Gallo, Bianca Garavelli, Cristina Obber, Giuseppe Palumbo, Sara Rattaro, Simona Sparaco, Francesca Vignali, Francesca Vecchioni.

IL PREMIO “BACCANTE” A GIUSEPPINA TORREGROSSA – Ogni anno l’associazione premia un personaggio di fama internazionale per il suo apporto alla narrativa femminile in Italia e nel mondo con un’opera d’arte creata dal Laboratorio Orafo Materia. Quest’anno il premio Baccante viene conferito a Giuseppina Torregrossa.

L’IDEA E LE RAGIONI DEL FESTIVAL – Come si spiega nel comunicato, l’idea di un festival letterario dedicato alla narrativa femminile è stata concepita durante una conversazione telefonica di lavoro, nel lontano 2004. Da un capo, la scrittrice e traduttrice Elizabeth Jennings, americana di nascita e materana d’adozione, dall’altro Maria Paola Romeo, all’epoca direttrice editoriale per Harlequin Mondadori ed esperta di narrativa femminile. Il ritiro creativo per scrittrici, nei Sassi di Matera, nacque così, per puro caso. Sposarono l’iniziativa Mariateresa Cascino, materana, e Giovanni Moliterni, proprietario della Libreria dell’Arco di Matera. Il desiderio era di portare scrittori e scrittrici da tutto il mondo a Matera, per incontrarsi e confrontarsi sul mestiere di scrivere, per condividere momenti dedicati alla professione e all’ispirazione creativa e, perché no, anche agli incontri con i lettori.

 

(Visited 71 times, 36 visits today)

Commenti