"Preparati, è arrivato il momento di mangiare il fuoco". Ciro si volta di scatto, sente il cuore che gli batte all’impazzata. Il respiro corto e negli occhi una luce nuova: "Davvero?" "Davvero". Tra acrobazie e salti nel vuoto il racconto de "Il rischio", l'esordio nella letteratura per ragazzi di Chiara Lico, giornalista del Tg2

Con Il rischio (Sinnos) Chiara Lico, giornalista del Tg2 che si occupa di cronaca, esordisce nella letteratura per ragazzi.

il rischio chiara lico copertina

Nella periferia di una grande città, in una zona in cui le organizzazioni malavitose hanno il sopravvento sulle attività lecite, c’è un luogo in cui insegnano le arti circensi. Qui, un ragazzo e una ragazza dal destino segnato impareranno ad amarsi e a rispettarsi, con tanta voglia di riscatto e di sfidare il mondo circostante, fatto di paura e delinquenza. Tra fili sospesi nel vuoto e acrobazie sui trapezi, i due cercheranno di trovare un equilibrio, non solo letterale, e rischieranno il tutto per tutto in nome del cambiamento, il tutto raccontato da un’insospettabile voce narrante.

Chiara Lico deve la stesura di questo romanzo a un’importante esperienza lavorativa: anni fa andò a Barra, uno dei quartieri meno raccontati di Napoli e con uno dei più alti tassi di criminalità (insieme a Ponticelli e a San Giovanni a Teduccio forma quello che è chiamato il triangolo della morte), a scapito dell’istruzione dei giovani. In quell’occasione ha conosciuto l’educatore di una cooperativa sociale che utilizzava gli strumenti della pedagogia circense per aiutare i ragazzi della zona: come spiega l’autrice nel suo blog, “ho conosciuto i ragazzi della cooperativa sociale Il Tappeto di Iqbal, capitanati da Giovanni Savino, l’educatore che con gli strumenti della pedagogia circense si è dato la missione di sfilare i ragazzi dall’analfabetismo e dalla sconfitta sociale. Dietro alla promessa allettante di diventare trampolieri, mangiafuoco e trapezisti i giovanissimi venivano – e vengono – salvati dalla strada”.

Una storia che racconta le difficili realtà della camorra, non a scapito, però, di un pizzico d’ironia.

(Visited 97 times, 97 visits today)

Commenti