Negli Usa esiste un'organizzazione senza scopo di lucro che invia libri gratuiti nelle carceri. Si chiama "The Appalachian Prison Book Project" e da 14 anni riceve circa 100 lettere a settimana da detenuti che richiedono volumi da leggere, tra romanzi, manuali di disegno, libri di incantesimi e, soprattutto, dizionari...

A Morgantown, nella Virginia Occidentale, esiste un’organizzazione senza scopo di lucro che invia gratuitamente libri ai detenuti. Si chiama The Appalachian Prison Book Project (APBP) ed è stata fondata nel 2004 da una professoressa della West Virginia University, Katy Ryan, insieme al collega Mark Brazaitis.

Come racconta Buzzfeed, il progetto è nato proprio durante una lezione universitaria: “Mentre leggevamo opere di persone precedentemente detenute o in carcere, abbiamo appreso quanto fosse importante per loro leggere“, spiega Katy Ryan. Così si è informata e ha scoperto che nella sua regione non esistevano iniziative che si occupassero di spedire libri nelle prigioni: “Per questo abbiamo deciso che saremo stati noi a inviarli alle persone che li volevano”.

L’organizzazione ha iniziato il suo lavoro in uno scantinato ma, grazie all’aiuto e al sostegno dei volontari, è riuscita a trasferirsi in una vera e propria sede. La maggior parte dei libri proviene dalla comunità locale di Morgantown, ma l’APBP riceve donazioni da tutto il paese.

Da 14 anni l’APBP riceve circa 100 lettere a settimana e fino ad oggi ha distribuito circa 25.000 libri. I detenuti sono venuti a conoscenza del progetto tramite il passaparola all’interno delle carceri e hanno cominciato a inviare all’associazione richieste specifiche: manuali di disegno, western, romanzi di fantascienza, libri di incantesimi Wiccan, guide didattiche per imparare lo spagnolo.

Il libro più richiesto, in assoluto? Il dizionario.

Commenti