Le spese per libri, cinema, teatro e gite al museo verranno interamente rimborsate dall’azienda. Per l'imprenditore Brunello Cucinelli una nuova iniziativa in favore dei dipendenti

Brunello Cucinelli non è nuovo a iniziative in favore dei dipendenti. Nel suo caso, infatti, si parla di “nuovo umanesimo”. L’ultima, come racconta il Corriere della Sera, è la promozione di un “bonus cultura”. In cosa constisterà? Le spese per libri, cinema, teatro e gite al museo verranno interamente rimborsate dall’azienda. In particolare, il “benefit prevede un fondo di 500 euro per i single e 1000 euro per chi ha famiglia”. Basterà portare lo scontrino in azienda per usufruirne.

Nell’intenzione di Cucinelli “il bonus cultura contribuisce anche a incentivare la riscoperta dell’immenso patrimonio culturale e artistico italiano”. L’azienda del “re del cashmere” ha circa 1.400 dipendenti, 900 nel borgo di Solomeo (Perugia).

Legata all’azienda, anche la Fondazione Brunello e Federica Cucinelli, “creata con l’intento di estendere e approfondire in maniera concreta  gli obiettivi e gli ideali che nel corso  degli anni si sono formati e hanno alimentato l’aspirazione umanistica nata a Solomeo”. Recuperando il valore del rapporto tra il luogo di nascita, la vita e l’azione  dell’uomo, la Fondazione “vuole operare in maniera  diretta nella direzione dei valori umani, intesi come  relazione tra le persone e le diverse attività che  animano la società degli uomini. Ogni strumento  che possa dar corpo a tale volontà è lo strumento  voluto, ben accetto e promosso con entusiasmo,  nella convinzione – modellata dall’esperienza – che ogni manifestazione umana costituisca una forma di  cultura da porre in valore. Perciò, se da un lato l’arte  – in tutte le sue manifestazioni figurative, concettuali, musicali, sceniche o quante altre  espressioni possa assumere – entra a pieno titolo  negli obiettivi della Fondazione Brunello e Federica Cucinelli, non meno cogente è la cultura dello studio  e delle ricerche di un moderno umanesimo  artigianale, che recuperi ai valori dello spirito  l’autenticità della prassi quotidiana tra lavoro,  famiglia e ricreazione…”. Altri particolari sul sito ufficiale.

Commenti