Suo padre, un libraio, è stato ucciso in un attentato nel suo negozio: ora il figlio ha deciso di aprire un caffè letterario a Baghdad

Su Internazionale Zuhair al Jezairy ha raccontato del coraggio di Yasser Adnan, 28 anni, che nel cuore di Baghdad, in una fase storica molto difficile per l’Iraq, ha da poco aperto un caffè letterario, alla cui inaugurazione hanno preso parte scrittori e poeti.

“Yasser ha concepito il locale come una sorta di memoriale per suo padre, un famoso libraio e bibliotecario ucciso nella sua libreria in via Al Mutanabi in un attentato nel 2007. La sua foto è appesa davanti all’ingresso del locale”, spiega il giornalista.

baghdad

Nel locale si trovano numerosi volumi, che si possono prendere in prestito, e nel caffè vengono anche proiettati dei film e ospitati dei concerti.

“Caffè e libri” si trova nel quartiere di Karrada ed è collegato a una biblioteca. Intervistato da Sputniknews.com, Yasser Adnan ha spiegato che l’idea è nata per promuovere la lettura tra i giovani.


LEGGI ANCHE – A Baghdad la prima “libreria” gestita da una donna. Una storia di coraggio e passione 

Commenti