Ecco alcuni luoghi letterari da visitare a Copenhagen: dalla statua della Sirenetta al parco dei divertimenti "Tivoli", tutte le tappe di un itinerario dedicato a Hans Christian Andersen...

Per tutti coloro che volessero organizzare un viaggio dall’itinerario letterario, Copenhagen è la città ideale: la città offre diverse attrattive turistiche, ma anche molti luoghi e monumenti ispirati ai libri, ai loro personaggi e ai loro autori, da Hans Christian Andersen a Karen Blixen, passando per il Soren Kierkegaard.

La Sirenetta

Il monumento letterario più celebre della capitale danese è senza dubbio la statua della Sirenetta, ispirata al personaggio delle favole di Andersen. La statua fu realizzata tra il 1909 e il 1913 dallo scultore danese Edvard Eriksen, che prese a modello la moglie Eline; il monumento è oggetto di scherzi tra gli abitanti della città per essere stato ripetutamente vittima di vandalismo: nel 1964 le venne staccata la testa, che fu sostituita, una volta le fu staccato, e poi restituito, un braccio, ed è stata diverse volte imbrattata di vernice.

Copenhagen letteraria la statua della sirenetta

Nonostante questi scherzi di cattivo gusto, la Sirenetta siede immobile all’ingresso del porto di Copenhagen, piccola e raccolta, guardando con aria melanconica verso il mare: per guardarla con la giusta luce e atmosfera, l’ideale è visitarla al tramonto.

Hans Christian Andersen

Trattandosi della sua città d’origine, diversi luoghi di Copenhagen ricordano Hans Christian Andersen, come la statua che lo raffigura nella Rådhuspladsen, la piazza pubblica del municipio; qui lo scrittore è rappresentato seduto, con la tuba in testa e un libro in mano, mentre guarda verso le porte dei “Giardini Tivoli”, il parco dei divertimenti più famoso di Copenhagen, che ispirò Andersen per la scrittura de L’usignolo.

copenhagen letteraria
Questa foto di H.C. Andersen Statue è offerta da TripAdvisor.

Per chi volesse visitare anche i luoghi in cui lo scrittore ha abitato, a Copenhagen ce ne sono diversi: particolarmente suggestiva l’abitazione al 20 di Nyhavn (in alto), il canale acquatico che va dalla piazza di Kongens Nytorv al porto, uno degli scorci più celebri della capitale danese, con gli edifici colorati, i ristoranti tipici e le barche a fianco del viale pedonale. Quando abitava qui, Andersen scrisse La principessa sul pisello L’acciarino magico, fiaba nella quale cita un altro luogo a lui caro: la Torre Rotonda, dove Andersen si recava spesso.

Commenti