Lo psichiatra Mark Epstein dimostra come grazie al buddhismo la più terribile delle esperienze possa diventare non solo sopportabile, ma un’occasione di crescita...

Il buddhismo ha affinato da millenni un approccio psicologico alla realtà offrendo soluzioni all’ansia esistenziale che sorprendono per modernità ed efficacia. Nel saggio “La lezione della serenità” (Vallardi), Mark Epstein, famoso psichiatra americano che si è affermato a livello internazionale per aver saputo conciliare psicoterapia e buddhismo, espone una riflessione originale sul trauma: tutti lo sperimentiamo, in una forma o in un’altra (lutti, licenziamenti, malattie, abbandono, fine di un amore…). La reazione più comune è quella di rimuoverlo. Tuttavia la sofferenza è semplicemente un fatto della vita e se creiamo un ambiente interiore adatto, anche la più terribile delle esperienze può diventare non solo sopportabile, ma soprattutto un’occasione di crescita…

Commenti