Dal 18 al 20 maggio torna la quinta edizione di "Urbino e le città del libro" con un programma ricco di incontri e di ospiti

Dal 18 al 20 maggio torna Urbino e le città del libro, il festival letterario curato da Alessio Torino giunto alla quinta edizione, realizzato con la collaborazione di Marco Cassini e Gianmario Pilo della Grande invasione di Ivrea.

Per tre giorni la città ospiterà scrittori, editori, illustratori, musicisti e attori, attraverso un programma che guiderà il lettore in un viaggio nella letteratura e nell’arte.

urbino e le città del libro

Il claim 2018, Strade che non portano a Roma, è un invito a considerare centrale tutto ciò che potrebbe sembrare marginale, significa ricerca di strade secondarie, non battute e sotterranee, ricerca di autenticità. Strade che non portano a Roma è una vocazione minoritaria che, sommata ad altre vocazioni minoritarie, dà vita ad accampamenti innegabilmente grandi. Provincia sì, ma anche città rivisitata e raggiunta da angolature nuove.

Tra gli ospiti di questa edizione, Saleh Addonia, Mariantonia Avati, Vanni Bianconi, Anna Bonaiuto, Roberto Camurri, Luca Cesari, Andrea Esposito, Andrea Gentile, Sara Gamberini, Dori Ghezzi, Neri Marcorè, Matthias Martelli, Giordano Meacci, Peppe MillantaMorgan, José Muñoz, Giuliano Pesce, Andrea Pomella, Marco Rossari, Guido Scarabottolo, Francesca Serafini, Mary Barbara Tolusso, Valerio Varesi, Alessandro Zaccuri.

Il programma completo sul sito.

Commenti