"Michele, Anna e la termodinamica" di Elisa Fuksas è una storia per ragazzi e adulti, uno spunto di riflessione su temi esistenziali e filosofici...

Il giorno del suo compleanno i genitori di Anna le regalano un cane: Michele, un irresistibile bouledogue francese. Da subito è amore, quel genere di amore diretto e senza compromessi che può esistere tra un cane e una bambina. Dopo un anno di felicità il cane salva Anna dalle onde e muore. O almeno così sembra.  Michele infatti si risveglia in una semiterra in cui tutto può accadere. C’è stato uno scambio: la vita del cane al posto di quella della bambina per far tornare i conti nella Termodinamica Universale dell’Essere.  Rientrato a casa, il cane realizza però di essere percepito da Anna grazie a quel rapporto profondissimo capace di andare oltre ciò che in apparenza è finito.

MICHELE, ANNA E LA TERMODINAMICA
Elisa Fuksas, già autrice, per Rizzoli, de La figlia di, in cui ha “fatto i conti” con la sua famiglia (suo padre, Massimiliano, è il noto architetto) torna in libreria con Michele, Anna e la termodinamica (Elliot), una favola per ragazzi e adulti, uno spunto di riflessione su temi esistenziali e filosofici.

 

Commenti