La serie tv “Game of Thrones” è quasi giunta al termine, ma arrivano già le prime notizie che riguardano una serie prequel: sarà ambientata cinquemila anni prima delle vicende che coinvolgono Westeros, i Targaryen e gli estranei...

Ad aprile 2019 andrà in onda l’ottava e ultima stagione di una delle serie tv più seguite, e anche più chiacchierate: Game of Thrones, conosciuta in Italia come Il Trono di Spade. La serie è ispirata alle vicende narrate nei libri della saga Le cronache del ghiaccio e del fuoco (Mondadori), nata dalla penna di George R.R. Martin.

Non mancano siti, blog e pagine social dove i fan possono interagire tra loro, fare previsioni su ciò che accadrà nella serie, parlare dei propri personaggi preferiti e, perché no, scommettere su un determinato avvenimento o sul ruolo che svolgerà un personaggio all’interno della stagione che deve essere ancora trasmessa.

In fondo chi ama Game of Thrones sa bene che il canale HBO, che si occupa della produzione e della messa in onda della serie, non ama che dal set trapelino gli spoiler, così gli appassionati sono costretti a fare congetture e a “sognare” finali lieti per il proprio beniamino, vista anche la fama dell’autore, conosciuto per aver portato alla morte gran parte dei suoi personaggi.

IL PREQUEL IN ARRIVO…

E ora che la serie principale giunge al termine, una cosa è certa, si sente già una certa “crisi di astinenza” da Westeros (questo il nome del continente in cui si svolge tutta la storia). Non sarà facile dire addio ai Lannister, agli Stark e ai Targaryen, eppure i fan possono stare tranquilli, perché nella primavera del 2019 inizieranno le riprese di una serie prequel, che potrebbe essere trasmessa già nel 2020.

Cosa si sa sul prequel? Ancora non molto. Nemmeno il nome è ancora sicuro, HBO sta pensando a qualcosa che possa richiamare Game of Thrones, ma non sono ancora state rilasciate notizie ufficiali. Sicuri, invece, sono i nomi che si occuperanno di scrivere la serie: si tratta di Jane Goldman (che ha lavorato nel cinema come sceneggiatrice per Kingsman: Secret Service, Kick-Ass e X-Men: l’inizio), supportata dall’autore dei libri George R.R. Martin, che sarà anche produttore esecutivo. Sarà invece SJ Clarkson la regista del primo episodio, conosciuta per aver diretto alcuni episodi di Orange is the new black e Bates Motel, oltre che essere stata annunciata come prossimo regista di Star Trek.

George R R Martin

Qualche notizia in più si ha a proposito del cast, come già avevano annunciato faranno parte del cast principale Josh Whitehouse (Poldark) e, a gran sorpresa, Naomi Watts (Mulholland drive, 21 grammi). Al loro fianco, un gruppo di attori giovani, di cui HBO ha recentemente comunicato i nomi, tra di loro ci sono: Naomi Ackie, che avrà un ruolo anche in Star Wars Episodio IX, Jamie Campbell Bower (ShadowhuntersSweeny Todd, e interpretava il giovane Grindelwald in Harry Potter e i Doni della morte – Parte 1) e Toby Regbo (precedentemente nel cast principale di Reign). Visto che la serie sarà ambientata ben cinquemila anni prima rispetto al tempo della serie principale, sembra che nessun membro del cast della serie principale farà parte del progetto.

Naomi Watts

Una Westeros molto diversa, quindi, quella che sarà rappresentata in questo prequel, niente “Approdo del re”, nessun “Trono di spade”, ma una Valyria pronta a sorgere e a svilupparsi. Un mondo diverso, più antico e arcaico, in cui non esistono nemmeno i Targaryen, ma che i produttori sperano possa fare breccia nel cuore dei fan, come Westeros ha fatto in passato.

Commenti