Il mondo del fumetto è in lutto per la scomparsa della "regina", Grazia Nidasio, venuta a mancare a 88 anni. Tra i personaggi da lei ideati e disegnati, Nicoletta, Stefi, Scaramacai, Violante, il dottor Oss e il Piccolo Mugnaio Bianco...

Il mondo del fumetto è in lutto per la scomparsa della “regina” Grazia Nidasio, venuta a mancare a 88 anni a Certosa (Pavia). La prima storia di Valentina Mela Verde, il personaggio più celebre da lei creato, uscì nel 1968. Valentina Mela Verde le fece anche vincere il premio Yellow Kid, assegnato al miglior fumetto nel Salone Internazionale di Comies del 1972.

valentina mela verde

La disegnatrice (dopo il diploma al liceo artistico e dopo aver frequentato l’Accademia di Brera) aveva iniziato a lavorare per il Corriere dei Piccoli. Tra i personaggi ideati negli anni da Grazia Nidasio, Nicoletta, Stefi, Scaramacai, Violante, il dottor Oss e il Piccolo Mugnaio Bianco.

Di lei Leo Ortolani su Repubblica recentemente ha scritto: “Non sarei narratore di storie a fumetti se non avessi ancora sotto pelle, come l’inchiostro di un tatuaggio, le storie di Grazia Nidasio, l’autrice di Valentina Mela Verde. La capacità di narrare il quotidiano, la vita che ognuno di noi viveva in quegli anni ’70-’80, ha alzato l’asticella di qualunque sceneggiatore di fumetti. Perché è facile raccontare di viaggi interdimensionali, minacciati da Kractus, il dio della quinta dimensione, che poi va bene anche una quarta, a seconda della marca – prosegue il creatore di Rat-Man – Difficile è raccontare la vita di una famiglia normale, in un condominio normale di una città normale e lasciarti il desiderio di sapere come prosegue la storia, la settimana dopo”.

Nel catagolo Salani, che negli anni ’90 ripropose Valentina Mela Verde, il volume Alfabeto ebraico, co-firmato con Matteo Corradini.

 

Commenti