Tutti i numeri (e quello che c'è da sapere) sulla campagna di promozione della lettura #ioleggoperché (ilLibraio.it è uno dei media supporter), che culminerà il 23 aprile con la festa nelle piazze e la diretta su Rai3

A un mese dalla manifestazione del 23 aprile, momento centrale del progetto #ioleggoperché (alla prima edizione) e giornata mondiale del libro e del diritto d’autore, la campagna di promozione del libro e della lettura, che chiama a raccolta i lettori di tutta Italia “trasformandoli in Messaggeri ‘pronti a tutto’, decisi a coinvolgere nel piacere della lettura  chi non legge o legge poco”, come si legge in un comunicato, “sta riportando straordinari dati di partecipazione e di adesione all’iniziativa”, sia offline sia online, “grazie alla piattaforma  www.ioleggoperché.it, creata specificatamente per contagiare alla lettura chi non conosce o ha dimenticato il piacere dei libri”-

Ad oggi, i messaggeri che hanno aderito al progetto sono a oggi 25.082, di cui 66% compresi tra i 18 e 50 anni; residenti in tutta Italia, con il primato della Lombardia, seguita da Puglia, Sicilia, Piemonte, Campania e Veneto. In particolare hanno risposto all’appello  8.989 studenti universitari, 896 librerie e 280 gruppi di lettura. L’entusiasmo si è tradotto sul sito in 54.804 interazioni sul wall e 14.038 citazioni. Gli eventi caricati sul portale ufficiale che aderiscono all’iniziativa sono 352, di cui 182 con gli autori, 35 letture ad alta voce, 37 reading collettivi. La pagina Facebook ha registrato 14.776 fan, con una età media compresa tra i 25 e i 54 anni, di cui 78 % donne e 21% uomini. La maggior parte dei fan sono di Milano e, a seguire Roma, Napoli, Torino, Bologna, Palermo, Firenze, Catania.

Il progetto – a cura dell’Associazione Italiana Editori, è realizzato in collaborazione con l’Associazione Librai Italiani – Confcommercio, l’Associazione Italiana Biblioteche, il Centro per il Libro e la Lettura del MIBACT, Milano Città del Libro 2015 – Comune di Milano e con il contributo di RAI. Università, scuole, piazze, librerie (mappa in allegato), biblioteche, supermercati “saranno i crocevia  di un evento diffuso, idealmente uniti dai treni” – grazie a una collaborazione speciale con il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane su cui il 23 aprile saranno presenti i Messaggeri che offriranno un originale dono ai non lettori. 

Il 23 aprile, 240mila libri in edizione speciale “saranno consegnati dai Messaggeri ai lettori saltuari e ai non lettori”: una collana di 24 titoli, “scelti da editori associati ad Aie per la loro qualità letteraria e capaci di conquistare anche chi legge poco o non legge”. Gli autori delle 24 opere, che per questa edizione speciale non  percepiscono alcun diritto d’autore, sono: Kader Abdolah; Kamal Abdulla; Age & Scarpelli, Mario Monicelli; Silvia Avallone; Alessandro Baricco; Ronald Everett Capps; Paola Capriolo; Massimo Carlotto; Sveva Casati Modignani; Cristiano Cavina; Andrea De Carlo; Diego De Silva; Khaled Hosseini; Erin Hunter; Emily Lockhart; Margaret Mazzantini; Giuseppe Munforte; Yōko Ogawa; Maria Pace Ottieri; Daniel Pennac; Roberto Riccardi; Luis Sepúlveda; Marcello Simoni; Andrea Vitali. Gran parte di questi titoli saranno disponibili in formato accessibile per i disabili visivi su www.libriitalianiaccessibili.it grazie alla collaborazione con la Fondazione LIA.

Una rete di migliaia di Messaggeri della lettura avrà dunque il compito di affidare questi libri a chi non legge o legge poco, sostenuti in questa missione da personaggi famosi “pronti a tutto” come Arturo Brachetti, Vittorio Brumotti, Paolo Calabresi, Irene Casagrande, Lella Costa, Geppi Cucciari, Marco D’Amore, Federica Girardello, Linus, Neri Marcorè, Benedetta Parodi, Marco Presta, Saturnino, Fausto Maria Sciarappa, Mario Tozzi, Dario Vergassola solo per citare alcuni dei testimonial dell’iniziativa.

Samuele Bersani e Pacifico hanno composto la canzone di #ioleggoperché, colonna sonora del progetto.

#ioleggoperché coinvolge naturalmente le scuole, “in cui gli studenti, grazie a Crossa un libro, diverranno i veri protagonisti attraverso il bookcrossing, scambiandosi e condividendo le citazioni tratte dai libri più amati”. Il progetto sulle scuole avrà una diffusione capillare: grazie a un accordo con il Centro per il Libro e la Lettura, dal 23 aprile e nel corso di tutto il Maggio dei libri, 200 scuole superiori di tutta Italia leggeranno e commenteranno in classe i testi della collana di #ioleggoperché.

Le università dal 30 marzo al 10 aprile saranno invece coinvolte “in una vera e propria gara in cui dovranno raccontare con un video di 90 secondi il libro preferito”. Il video più votato dai Messaggeri sarà pubblicato il 23 aprile sulla Home Page di #ioleggoperché. Uno dei video partecipanti, in base a un giudizio insindacabile della giuria di qualità, potrà essere scelto per andare in onda in prima serata Rai (in allegato il dettaglio dell’iniziativa).

Le librerie e le biblioteche sono a loro volta protagoniste sia per la raccolta dei libri, sia nell’organizzazione delle iniziative: in particolare il 23 aprile resteranno aperte fino alle 24 per la Notte bianca delle librerie. Oltre a Milano, altre quattro città – Cosenza, Sassari ,Vicenza, Roma – saranno coinvolte in iniziative di Piazza.

Il 23 aprile a #ioleggoperché si unirà anche Rai3, che trasmetterà in prima serata un evento in diretta da Milano. Un evento nell’evento, valorizzato anche dai collegamenti in diretta con piazza Gae Aulenti, dove parallelamente si raduneranno i Messaggeri e si svolgerà un reading di pagine speciali scelte da alcuni degli autori della collana #ioleggoperché e da altri ospiti, oltre che da Messaggeri.

#ioleggoperché scenderà anche in campo. Grazie alla Lega Calcio, in due weekend per la serie B (12 e 19 aprile) e uno per la serie A (12 aprile), al momento del saluto tra i giocatori la squadra ospitante consegnerà un libro della collana #ioleggoperché agli avversari. I membri dell’AIA (Associazione Italiana Arbitri) nelle partite di serie A, vestiranno la maglia #ioleggoperché.

#ioleggoperché è organizzato con il patrocinio di ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), Comune di Milano, CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane), MIBACT (Ministero dei Beni, delle Attività culturali e del Turismo); main partner Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane e Pirelli; partner 3M-Post-it®, Artic Paper, CEVA Logistics, Grafica Veneta, Messaggerie Libri, TIM, Lega Calcio Serie A e Serie B e AIA (Associazione Italiana Arbitri), SIAE. Mediapartner dell’iniziativa: Corriere della Sera, Gruppo Mondadori, la Repubblica, RAI. Mediasupporter: Famiglia Cristiana, Il Fatto Quotidiano, LaEffe, LaFeltrinelli.it, IBS, ilLibraio.it, R101, RaiRadio2, RaiRadio3, Vanity Fair.

LEGGI ANCHE:

La storia di un’insegnante che ama trasmettere la passione i libri (non solo ai suoi studenti) 

Una 20enne con una grande passione della lettura. Ecco le storie dei “messaggeri” di #ioleggoperché

 

Commenti