Il Presidente della Fondazione Il Vittoriale degli Italiani, Giordano Bruno Guerri: "E’ la più vasta acquisizione di inediti mai realizzata su D’Annunzio, cambierà la conoscenza di parte della sua vita"

Martino Zanetti, collezionista e proprietario del marchio caffè Hausbrandt, ha deciso di donare al Vittoriale degli Italiani oltre 3000 documenti originali e inediti fra lettere dello scrittore alle sue amate, manoscritti e discorsi pubblici del periodo 1882-1883 e 1936-1938.

senili_n149_376_vol3_a

L’annuncio è stato dato oggi e il Presidente della Fondazione Il Vittoriale degli Italiani, Giordano Bruno Guerri ha dichiarato: “E’ la più vasta acquisizione di inediti mai realizzata su d’Annunzio, che cambierà la conoscenza di parte della sua vita”.

senili_n149_376_vol3_b

Le lettere rappresentano una testimonianza importe della vita privata dello scrittore: al primo blocco appartengono le 232 lunghe e appassionate missive scritte da d’Annunzio alla sua amante Giselda Zucconi, ribattezzata Elda, e composte tra il 1881 e 1882. Al secondo blocco risalgono invece le lettere di carattere amoroso scritte dal Vate per un’altra delle sue amanti, Evelina Scapinelli Morasso, chiamata affettuosamente dal poeta Manah e risalenti al periodo 1936-1938.

Completa la donazione il manoscritto autografo de La Vita di Cola di Rienzo, presente al Vittoriale in una stesura diversa.

Commenti