"Il libraio moderno cerca di comprendere lo stato d’animo del cliente, e consiglia la storia giusta al momento giusto". Graziella Ridolfo, che ha lasciato il lavoro in azienda per fondare la libreria Evolvo Libri di Gravellona Toce, ci descrive la sua esperienza da "libraia coach"

Graziella Ridolfo che, come ci ha già raccontato, ha lasciato il lavoro in azienda per fondare la libreria Evolvo Libri di Gravellona Toce, ora ci descrive la sua esperienza da “libraia coach”.

 

Le librerie indipendenti, a parere mio, col tempo si specializzeranno sempre più nei servizi che possono offrire per risultare più accattivanti. Ecco perché a Evolvo Libri mi occupo molto del libro non come prodotto, ma come mezzo d’aiuto per le persone che, passando tra i nostri scaffali, non vogliono trovare solo una storia da leggere per puro svago, ma qualcosa che li aiuti a comprendere i problemi che hanno nel quotidiano, grossi o piccoli che siano. Il libraio moderno, oltre a vendere i libri scelti dal cliente, cerca di comprendere il suo stato d’animo e consigliare la storia giusta al momento giusto.

Il mio è un lavoro introspettivo e, quando la persona torna soddisfatta del suo acquisto e si complimenta, mi sento appagata ed è lì che realizzo quanto sia fantastico il mio mestiere. Siamo una realtà piccola, e quindi per noi il contatto e il dialogo con le persone è essenziale: quando mi ritrovo a dare consigli alle persone entro in relazione con loro, voglio farle felici attraverso la scelta di storie, romanzi, saggi che cerchino di aiutarle a stare in pace con loro stesse. Tutto ciò mi ha portato a prendere una grande decisione per il mio futuro professionale: nel 2015, ho deciso di approcciarmi al Bookcoaching e, nel 2016, ho iniziato il Master presso l’Accademia della Felicità di Milano, scuola che si ispira alle tecniche di “Alain de Botton, The School of Life“, che pongono l’aspetto umano al centro del lavoro del coaching. Nel 2017 ho ottenuto l’abilitazione alla professione di life coach.

Il coaching è un “allenamento per la vita” e una “relazione di aiuto nel quotidiano”. Affidarsi a un coach significa voler imparare a gestire la propria vita, il proprio tempo e i propri affetti, individuando le tecniche migliori per se stessi. Il bookcoaching è un coaching che usa come “attrezzo di lavoro” il potente strumento del libro, capace di essere per sua natura chiave di apertura mentale ed esemplificatore di comportamenti. Col tempo ho creato gruppi e percorsi dove i romanzi sono delle storie che si vanno a intrecciare con i trascorsi e i vissuti delle persone che partecipano. Parallelamente, faccio coaching in individuale. Posso dire di aver trasformato la mia grande passione per la lettura nel mio lavoro e mi sento una libraia coach.

Commenti