I nuovi mostri

Tutti i formati dell'opera

Acquistalo

Sinossi

"Siamo spettatori universali: il dissolvimento delle democrazie in oligarchie mediatiche è all'opera non solo in Italia ma in tutto il mondo." Hans Georg Gadamer

C'era una volta. C'era una volta chi si dava come compito quello di incalzare il potere e di controllarlo: un'élite temuta e ascoltata. C'erano una volta i "maestri", i Pasolini, i Moravia, gli Sciascia, i Calvino, ma anche i Bobbio, i Galante Garrone, gelosi custodi del libero pensiero. E ora?

L'Italia non potrebbe essere quella che è senza la complicità del sistema mediatico e grazie all'assenza degli intellettuali, "una categoria - scrive Beha - più del portafogli che del pensiero". A cominciare dai giornalisti.

Ma è il quadro d'insieme che preoccupa. ("Stiamo rispondendo a Obama con Geronzi"): un gigantesco concorso di colpa, che attraversa molte categorie professionali, in nome del denaro e in virtù di una normalizzazione della banalità da troppi accettata. Il resoconto di Beha, lucido ma non rassegnato, ci induce a reagire, così come molte associazioni di liberi cittadini hanno cominciato a fare. Contro il Golpe Bianco che ci sta svuotando. In appendice, le "Resistenze ai nuovi mostri", un primo elenco di associazioni culturali che con la loro attività sul territorio si oppongono all'avanzata del degrado culturale del Paese. Le potete trovare online su www.inuovimostri.it.

  • ISBN: 886190081X
  • Casa Editrice: Chiarelettere
  • Pagine: 304

Dove trovarlo

€13,60

Recensioni

Aggiungi la tua recensione

Citazioni

Al momento non ci sono citazioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi citazione

Eventi

Nessun evento disponibile al momento

Tutti gli eventi

Il Libraio per te

Scopri i nostri suggerimenti di lettura

Ancora alla ricerca del libro perfetto?

Compila uno o più campi e lo troverai