Sinossi

Introduzione e note di Margherita Rubino
Traduzione di Vico Faggi

Con testo originale a fronte

Nel genere delle commedie plautine della beffa, la Casina (185 a.C.) è una delle più burlesche e licenziose. L’intreccio ruota attorno alla protagonista femminile – la “fanciulla del caso” (o la “fanciulla dei profumi” secondo un’altra traduzione) – che dà il nome alla fabula ma non compare mai sulla scena. Abbandonata dalla madre, la piccola schiava è stata accolta come serva nella casa del vecchio Lisidamo, che se ne è poi invaghito e la contende al figlio Eutinico. La tresca viene smascherata da Cleostrata, la moglie del padrone di casa, che, prese le parti del figlio, ordisce la sua vendetta ai danni del fedifrago. Fra inganni ed espedienti spettacolari – come la sostituzione della sposa con un servo nerboruto che sarà ripresa da Machiavelli nella Clizia – gli strali della comicità di Plauto prendono di mira soprattutto l’attempato spasimante che, dimentico della sua età e in preda alla sua passione senile, rivaleggia col giovane pretendente ritrovandosi alla fine scornato e dileggiato: perché è legge di natura (crudele, ma ineludibile) che in amore la gioventù vinca sulla vecchiaia.

  • ISBN: 8811818060
  • Casa Editrice: Garzanti
  • Pagine: 160

Dove trovarlo

€8,00

Recensioni

Al momento non ci sono recensioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi la tua recensione

Citazioni

Al momento non ci sono citazioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi citazione

Ancora alla ricerca del libro perfetto?

Compila uno o più campi e lo troverai