... e IlLibraio.it ha "approfittato" dell'uscita del saggio di Marco Caudai per una personale scelta di 3 tra i bassisti più influenti della storia del rock - Video e particolari

Il basso elettrico è nato nel 1951 per mano di Leo Fender. E da allora, come conferma Marco Caudai nel libro Alza il basso! (edito da Effequ, e i cui diritti sono devoluti dall’autore alla Fondazione Il Sole Onlus) la musica non è più stata la stessa. Dagli anni ’50 a oggi, infatti, questa invenzione ha permesso a milioni di musicisti nel mondo di creare tutte quelle linee melodico-ritmiche che hanno caratterizzato e rivoluzionato la musica moderna. L’autore del volume, attraverso la sua lunga esperienza professionale, descrive e racconta storie e aneddoti di questo nobile, profondo, giovane strumento. Corredando il libro con interviste a colleghi musicisti, tra cui Gianfranco Gullotto, Daniele Bagni, Cesare Chiodo, Tolo Marton e perfino Gino Paoli.

IlLibraio.it, che dà grande spazio alla musica, ne ha “approfittato” per una personale scelta di 3 tra i bassisti più influenti della storia del rock. Eccoli, in video:

John Paul Jones (Led Zeppelin)

Jack Bruce (The Cream)

Flea (Red Hot Chili Peppers) 

 

Commenti