100 piccole case editrici, oltre 80 eventi e 10 ospiti d’eccezione (tra cui Andrea Vitali) per una tre giorni di cultura a tutto tondo. Il tema dell’edizione 2015 della Rassegna della Microeditoria a Chiari (Brescia) è "nutrire la mente, nutrire la gente"

Il 6, 7, 8 novembre torna a Chiari (BS), per il tredicesimo anno consecutivo, la Rassegna della Microeditoria, vetrina delle piccole e piccolissime case editrici italiane (circa 100 provenienti da tutta Italia). Spazio a presentazioni con gli autori,  reading, mostre, e laboratori per i più piccoli, in un cartellone che comprende oltre 80 eventi.

Tema dell’edizione 2015 sarà “Nutrire la mente, nutrire la gente”, “un dopo EXPO che si esplicita in una riflessione sul rapporto tra cultura e territorio” – spiega Daniela Mena, direttore artistico dell’iniziativa – “spesso interpretato e tradotto in cultura dai microeditori”, come testimonia Fusca Editore di Saluzzo (Cuneo), recentemente premiato in Valtellina come migliore editore della montagna.

Ed è proprio dal tema che prenderà  le mosse l’incontro,  in programma nella serata di venerdì, con Massimo Bray, direttore Treccani e già Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo nel Governo Letta.

Ad aprire i lavori, venerdì 6 novembre, sarà invece ancora una volta il convegno dei Bibliotecari della Rete Bibliotecaria Bresciana, quest’anno dedicato a “Nutrire le giovani menti”.

 

Protagonista dell’incontro di sabato 7 novembre alle 17.00, il celebre medico-scrittore Andrea Vitali.

 

Tra gli altri, ospite domenica pomeriggio il poeta e scrittore Roberto Piumini che, attraverso letture di poesie e filastrocche, illustrerà la poesia “per bambini” a grandi e piccini.

Ma la Rassegna della Microeditoria sarà anche l’occasione per fare il punto della situazione sul futuro dell’editoria elettronica, nell’incontro di sabato alle 14, in cui si confronteranno i punti di vista di Prospero Editore, una casa editrice che ha scelto l’ebook come unico prodotto editoriale e Studio 361, che invece li realizza e ne svelerà i trucchi.

Garante della qualità editoriale dei prodotti dei “piccoli” il Premio Microeditoria di Qualità, promosso per il sesto anno consecutivo dall’Associazione Culturale L’Impronta e dal Sistema bibliotecario del Sud Ovest Bresciano, con l’obiettivo di certificare la validità del prodotto letterario per il suo valore contenutistico, stilistico ed editoriale.

Tra gli appuntamenti in cartellone anche due incontri dedicati alla figura di Pier Paolo Pasolini, a quarant’anni dalla sua scomparsa.

Spazio anche agli esordienti di valore. Sabato alle 16, ospite la scrittrice Alice Basso, che parlerà del legame tra editoria e ghost writer, partendo dal suo romanzo d’esordio L’imprevedibile piano della scrittrice senza nome.

Promossa e organizzata dall’Associazione Culturale l’Impronta con la collaborazione del Comune di Chiari, l’iniziativa è patrocinata da Provincia di Brescia, Consigliera di Parità Brescia e Sistema Bibliotecario del Sud Ovest Bresciano e vanta per l’ottavo anno consecutivo, la collaborazione dell’Ufficio di Milano del Parlamento Europeo.

La Rassegna della Microeditoria si svolgerà come di consueto presso Villa Mazzotti (Chiari, Viale Mazzini, 39). Gli stand saranno aperti con orario continuato sabato e domenica dalle 10 alle 20. Ingresso libero. Il taglio del nastro è fissato per venerdì 6 novembre alle 17.30.

Commenti