"In Campania, Calabria, Sicilia e Sardegna più della metà degli studenti sono a un livello inferiori a quello richiesto dalle indicazioni nazionali"

Preoccupano i risultati dei test Invalsi, l’istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e formazione, che ha presentato i risultati dei questionari. Da cui emerge, ad esempio, che in Campania, Calabria, Sicilia e Sardegna più della metà degli studenti sono a un livello inferiori a quello richiesto dalle indicazioni nazionali. Come sottolinea il sito dell’agenzia Agi, in particolare in Calabria uno studente su due non conosce bene l’italiano.

Nella sintesi del risultati pubblicata da Orizzonte Scuola, si legge che, stando agli ultimi test Invalsi, il Nord Italia ottiene risultati migliori sia alla media italiana sia alla media OCSE; il Centro ha un risultato in linea con la media dell’Italia, più bassa della media OCSE; quanto al Sud e le isole, hanno risultati inferiori sia alla media italiana sia alla media OCSE.

A questo link è possibile scaricare il rapporto, in cui sono presenti diversi grafici, con i relativi commenti. Dove, sempre a proposito del Sud, si legge che “il sistema scolastico nell’Italia meridionale e insulare non solo appare meno efficace in termini di risultati conseguiti rispetto all’Italia centrale e soprattutto settentrionale, ma anche meno equo: la variabilità dei risultati tra scuole e tra classi nel primo ciclo d’istruzione è consistente e in ogni caso più alta che al nord e al centro, così come sono più alte le percentuali di alunni con status socio-economico basso che non raggiungono livelli adeguati nelle prove”.

Commenti