A Trani un progetto per rendere più facile l’incontro con i libri, rendendoli accessibili a tutti gratuitamente, creando 'BiblioPoint di quartiere', ovvero dei 'punti luce' nelle periferie dove poter prendere in prestito volumi per adulti e bambini - I particolari

Trani, in Puglia, ora è possibile entrare in una farmacia e uscirne con… un libro. Come si legge su Biblioapecar.it “alcune farmacie della città, oltre a due librerie, hanno accettato di diventare ‘BiblioPoint di quartiere’, ovvero dei ‘punti luce’ nelle periferie cittadine dove poter prendere in prestito gratuitamente libri per adulti e, soprattutto, per bambini“.

Biblioapecar logo

Il progetto in questione si chiama “Bibliocity: Che il libro sia con Voi”, ed è stato ideato dall’A.P.S. “Bee-Bibliocar” – attiva dal 2013 con una biblioteca itinerante su “tre ruote”, la prima e, ad oggi, unica della provincia B.A.T. – ed è risultato tra i 13 vincitori del bando “Orizzonti Solidali – 2015” promosso dalla Fondazione Megamark.

Come si legge sempre sul sito ufficiale del progetto, non si tratta solo di vedere un libro in luogo “insolito”: “Vorremmo rendere più facile l’incontro con i libri, rendendoli accessibili a tutti gratuitamente e fare di Trani una città amica dei libri”, spiegano Elisa Mantoni ed Enzo Covelli.

Bibliocity prevede poi “la creazione di una rete di ‘Bibliopoint’ dislocati in punti strategici e periferici della città”: ognuno di questi punti offrirà un vero e proprio servizio di accesso gratuito ai libri con tanto di iscrizione e tesseramento. I libri, “luoghi” di relazioni per l’anima, “entreranno così in relazione con il territorio e, tramite il progetto Bibliocity, creeranno una rete capillare di legami sociali che potrebbe trasformarsi in una ‘Biblioteca diffusa’ che vivrà rigenerandosi ogni volta che qualcuno entrerà in contatto con un libro tramite questi servizi”.


LEGGI ANCHE – Le “Little Free Library” conquistano anche l’Italia. Le “cassette” più amate dai lettori… 

Saranno anche realizzate e installate 8 “Piccole Biblioteche Libere” – le “Little Free Library”, di cui su ilLibraio.it ci siamo già occupati – complete di libri, da posizionare in altrettante Scuole dell’Infanzia e Primarie, coinvolgendo tutti i Circoli didattici della città.

Il progetto è realizzato con il patrocinio del Comune di Trani, con la partnership dei Circoli didattici coinvolti, della Libreria Miranfù, dei Comitati di quartiere, di Cittadellinfanzia, de “I Dialoghi di Trani”, di “Lavorare stanca” e con la disponibilità delle attività commerciali che ospiteranno i “BiblioPoint”.


LEGGI ANCHE – La “capitale” italiana del bookcrossing? È questo paesino… 

Commenti