Il 16 e il 17 giugno le librerie di Udine organizzano "La Notte dei Lettori": l'iniziativa dedicata a chi legge, tra giochi, letture e cacce al tesoro che coinvolgono tutte le librerie della città...

Il 16 giugno a Udine è La notte dei lettori, un’iniziativa che nasce con l’intenzione  di portare sotto i riflettori chi i libri li legge, invece di chi li scrive, per una serata di giochi e iniziative culturali a cura dell’Associazione Bottega Errante, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale della città.

L’iniziativa arriva quest’anno alla sua quarta edizione e l’appuntamento raddoppia: il 16 e il 17 giugno saranno Le notti dei lettori, due serate che vedono le librerie cittadine aperte con orario prolungato, ciascuna con la propria attività letteraria dai proporre ai lettori che volessero partecipare. In attesa di quella data, è stata organizzata Aspettando la Notte dei Lettori, una rassegna di incontri e conferenze che vertono sul tema della lettura e del libro.

Questo percorso di attesa comprende tre diverse tipologie di incontri: Estensioni è il ciclo di approfondimenti dedicati alle culture, le letterature, le società dei paesi dell’Est Europa e dei Balcani in particolare; Leggere per legittima difesa è un gioco che si svolge in giro per la regione e assegna a ogni lettore tre minuti di tempo per raccontare il proprio libro preferito, con in palio una pila di libri assegnati dal pubblico , che funge anche da giuria;  Dammi un 5 è l’insieme di approfondimenti sul tema dell’educazione alla sconfitta. I dettagli sulle date e i luoghi degli incontri si possono trovare sulla pagina La notte dei lettori

Inoltre, anche per questa edizione della notte dei lettori è stata organizzata l’ormai tradizionale Caccia al tesoro, un percorso di indovinelli ed enigmi legati ai libri che coinvolge diverse librerie della città e quest’anno ne sono state preparate due: una per i piccoli lettori, fino ai 13 anni, una per gli adulti, dai 14 anni in su. Si partecipa a gruppi, di minimo tre e massimo cinque persone, tutti rigorosamente a piedi, si parte dalla Loggia del Lionello e bisogna completare 10 indizi in tutte e 10 le librerie partecipanti. In palio, per la squadra vincente, una carriola di libri!

La presentazione del progetto Notte dei Lettori

Condivisione e collaborazione sono le parole che meglio introducono La Notte dei Lettori, manifestazione pensata dalle librerie cittadine e dal Comune di Udine, che sabato 17 giugno animerà il centro storico della città, a cura dellʼassociazione culturale Bottega Errante e con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia.

La manifestazione verrà inaugurata venerdì 16 da un convegno sulla lettura moderato da Romano Vecchiet, direttore della Biblioteca Civica, con la partecipazione di Cecilia Cognini, Francesca Archinto e Alberto Galla, a cui seguirà un incontro con Stefano Benni. La Notte dei lettori si chiuderà con la partecipazione di Roberto Vecchioni sotto la Loggia comunale del Lionello.

Per i librai di Udine il ruolo delle persone che frequentano le librerie non è solo quello di una colta clientela: i lettori sono persone che partecipano attivamente alla vita della libreria, ne orientano le scelte suggerendo possibili evoluzioni, e sono importanti soggetti di riferimento in una relazione che non si consuma soltanto con lʼatto finale di un acquisto e di una vendita.

Nel programma di unʼintera manifestazione a loro dedicata, sono invitati a interagire liberamente con i libri, con le vetrine e gli allestimenti: il programma prevede una moltitudine di eventi che coinvolgono tutte le librerie, le istituzioni cittadine, le biblioteche, i musei e numerosi spazi pubblici, dove protagonisti assoluti saranno i lettori.

Cʼè chi invita i lettori a fare i librai per un giorno, cʼè chi offre lo spazio a giovani che organizzano letture e musica; sono previsti laboratori creativi per bambini e genitori nelle librerie per i più piccoli; avvocati-lettori mettono in scena un processo tra letteratura e professione forense; illustratori danno vita a storie figurate sul momento e decine di altre iniziative sono tutte a cura dei lettori, concordate con i librai.

Sono poi previsti interventi collettivi: due cacce al tesoro per adulti e bambini che dovranno completare un percorso di indovinelli letterari da una libreria all’altra; i vincitori avranno in dono una carriola piena di libri.  Verrà organizzata una mostra di citazioni letterarie scelte dal pubblico, stampate su fogli di carta dai librai, ed esposte lungo le vetrine delle librerie e dei negozi che aderiscono allʼiniziativa, intitolata Cittàzioni. 

“Viviamo in un mondo nel quale vengono costantemente messi in evidenza gli aspetti eminentemente negativi della nostra quotidianità – sostiene l’Assessore alla cultura Federico Pirone – in cui spesso il livello del nostro livore è più alto di quello dei nostri pensieri, in cui sembriamo esserci rassegnati allʼimpossibilità di pensare lʼimpensabile. Ecco allora che le città possono essere quei contesti privilegiati in cui tornano ad avere un senso le parole democrazia e inclusione, comunità e immaginazione, un campo da gioco in cui riconoscere quel diritto/dovere alla città, cioè la capacità collettiva di orientare e trasformare il processo urbano di cui sono possessori e interpreti le cittadine e i cittadini, le associazioni, le comunità rilevanti, le istituzioni di una città. Per noi la Notte dei Lettori è lʼingrediente determinante in grado di dare corpo e forma allʼanima di questa comunità che nel piacere della lettura si diverte, si commuove, si appassiona, sogna, impara. Siamo convinti che questo percorso ci porterà lontano e continueremo a lavorare per questo.” Intervento tratto dallʼintroduzione al programma della Notte dei Lettori.

Commenti