Dopo il discusso addio di Elisabetta Sgarbi, che insieme a un gruppo di soci ha fondato La nave di Teseo, ci si chiede quale sarà il destino della Bompiani... - Retroscena de ilLibraio.it

Dopo il discusso addio di Elisabetta Sgarbi (qui la nostra intervista, ndr), che insieme a un gruppo di soci ha fondato La nave di Teseo (qui i dettagli sul progetto, ndr), ci si chiede quale sarà il destino della Bompiani, che in un colpo solo ha perso la sua guida, figure di riferimento nella casa editrice e, soprattutto, non pochi autori di punta.

Com’è noto, la direzione editoriale è stata affidata ad interim a Massimo Turchetta. A quanto risulta a ilLibraio.it, in casa editrice il riferimento è rappresentato da Beatrice Masini, scrittrice (di numerosi libri per ragazzi, pubblicati anche all’estero, ma anche di romanzi per adulti, come Tentativi di botanica degli affetti, Bompiani), traduttrice ed editor di esperienza (tra le altre cose, è stata responsabile della narrativa straniera Rizzoli e da tempo collabora con la stessa Bompiani). Dunque, Masini svolgerà un ruolo di consulenza editoriale non semplice in questa fase di transizione.

A proposito del destino di Bompiani, non va dimenticato che nei primi mesi del 2016 è atteso il responso dell’Antitrust sull’acquisizione di Rcs Libri da parte di Mondadori, con la formazione di un “colosso” editoriale senza precedenti in Italia. Restando in tema “Mondazzoli“, come si legge sul sito dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, entro domani (2 dicembre, ndr) possono arrivare “osservazioni di terzi interessati che hanno la possibilità di presentare eventuali osservazioni all’Autorità…”.

 


LEGGI ANCHE – Elisabetta Sgarbi: “Ecco com’è nata La nave di Teseo…”. Intervista a tutto campo (in cui si toglie qualche sassolino) 

(Visited 169 times, 63 visits today)

Commenti