"Una vita cinese" è l'autobiografia a fumetti dell'artista e disegnatore cinese Li Kunwu. Nato nel 1955, il racconto della sua vita diventa anche quello dei grandi eventi della storia cinese del '900, a partire dall'avvento di Mao e dalla Rivoluzione Culturale

Una vita cinese è l’autobiografia a fumetti dell’artista cinese Li Kunwu, disegnata da lui stesso e scritta a quattro mani con P. Ôtié. Il tempo del padre (Add Editore) è il primo di tre volumi che raccontano il suo viaggio nel tempo e nella storia.

una vita cinese li kunwu
È il 1950, Mao Zedong è al potere da un anno quando sulle montagne dello Yunnan, nel sud della Cina, il segretario Li, irruente quadro comunista, conosce la giovane Xiao Tao. Dal loro matrimonio nasce Li Kunwu. Dall’infanzia rivoluzionaria alla morte di Mao, nei disegni di Li scopriamo la Cina del Grande timoniere attraverso i suoi occhi di bambino che non ha conosciuto altro che il regime comunista: la trama epica è affidata a una narrazione intima, che riflette la vita dell’autore, per più di trent’anni artista di Stato per il Partito comunista.

Li-Kunwu studio
Li Ku Wun nel suo studio

Il tempo del padre, il primo volume dei tre che compongono l’opera, racconta l’infanzia dell’autore, nato nel 1955, nella provincia cinese dello Yunnan, a partire dalla figura di un padre che nella Rivoluzione ci credeva davvero. Lo sguardo di Li Kunwu in queste pagine è quello di un se stesso prima bambino, poi ragazzo e infine adulto, che vede svolgersi la Storia, e ne trae emozioni e pensieri diversi e contrastanti. Dei sentimenti di quel periodo degli anni ’60 scrive: “Così come non si può smettere di voler bene ai propri genitori, quali che siano i loro sbagli, noi non riuscivamo a contenere il nostro amore per il presidente Mao. Nonostante le delusioni, i disastri e i morti, la venerazione che nutrivamo per lui raggiunse il massimo proprio allora.”

Li Kunwu tavola una vita cinese

Li Kunwu si racconta rispettando fedelmente i fatti storici della sua vita, inevitabilmente intrecciata alla storia del suo Paese: la Rivoluzione culturale e il “Grande” balzo in avanti. Il tratto di Li Kunwu, fonde le tecniche tradizionali del pennello con i tratti caricaturali propri della propaganda maoista, raffigura la vertiginosa follia collettiva e la spirale di alienazione di un popolo ipnotizzato da Mao.

a yi evidenza

LEGGI ANCHE – Un thriller sulla Cina contemporanea

(Visited 75 times, 25 visits today)

Commenti