Chi non ricorda le montagne di Heidi, l'amico Peter e le sue caprette, il nonno, il cane Nebbia, la signorina Rottenmeier? Mentre torna in libreria la versione letteraria originale, scritta da Johanna Louise Spyri, e al cinema arriva il film, ricordiamo questo personaggio senza tempo: ancora oggi, infatti, il mondo visto attraverso lo stupore della bambina riesce a brillare di dolcezza...

Chi non ricorda le montagne di Heidi, l’amico Peter e le sue caprette, il nonno, il cane Nebbia (un dolce San Bernardo), la signorina Rottenmeier? Nei tascabili Einaudi vengono ora riproposte le storie di Heidi, personaggi dal fascino intramontabile, nate dalla fantasia di Johanna Louise Spyri (Hirzel 1827 – Zurigo 1901), che deve la sua fama ai due romanzi per ragazzi pubblicati nel 1880 e 1881: Gli anni di formazione e peregrinazioni di Heidi e Heidi può servirsi di ciò che ha imparato, successivamente riuniti nel volume Heidi, tradotto in circa 50 lingue.

Heidi

Nel libro Heidi ha cinque anni e un’energia immensa. Vive con il nonno sulle montagne svizzere e passa il suo tempo in armonia con la natura, portando le capre al pascolo con l’amico Peter. Quando compie otto anni però viene obbligata a trasferirsi in città, per imparare a leggere e scrivere e diventare la «dama di compagnia» di Klara, figlia debole di salute di una ricca famiglia di Francoforte. Per lei, cresciuta in libertà, i palazzi, il cielo grigio e le tavole a cui bisogna sedere composti sono una prigione da cui scappare il piú in fretta possibile. Con Heidi Johanna Spyri ha creato un personaggio senza tempo, e ancora oggi il mondo visto attraverso lo stupore della piccola regina delle montagne riesce a brillare di dolcezza.


La celebre sigla scritta da Franco Migliacci e cantata da Elisabetta Viviani

Su Repubblica ne ha parlato recentemente la scrittrice Valeria Parrella, in una riflessione dal titolo Noi bambini di ieri cresciuti insieme a Heidi, in cui racconta anche del cartone animato (“molto più laicista, ben epurato da una mano orientale”) di 52 puntate dedicato a questo personaggio amatissimo, trasmesso per la prima volta dalla Rai nel 1978. Fu diretto nel 1974 da Isao Takahata, e Hayao Miyazaki disegnò le scene e il layout.

Nel 2015 ha debuttato anche la versione 3D del cartone animato, ed è in arrivo anche un film, con l’attore elvetico Bruno Ganz nel ruolo del nonno.

Heidi titoli.jpg

(Visited 103 times, 42 visits today)

Commenti