Finora, a differenza delle annate precedenti, quella in corso è stata un'edizione quasi priva di polemiche per il premio Strega...

Finora, a differenza delle annate precedenti, quella in corso è stata un’edizione quasi priva di polemiche per il premio Strega. Dopo la votazione della cinquina, però, è arrivata la prima querelle, che riguarda l’iniziativa “Storie in movimento”, che vede lo storico premio romano collaborare (per la prima volta) con Toyota. Come scrivono i siti di Panorama e Repubblica, gli autori finalisti sono infatti invitati a scrivere ciascuno un racconto incentrato sul tema del progetto, e i cinque racconti saranno poi raccolti e pubblicati in volume. Il tema è: “l’uomo è movimento”. Oltre al racconto, l’iniziativa prevede delle “tappe” in cui Paolo Cognetti, Teresa Ciabatti, Wanda Marasco, Alberto Rollo e Matteo Nucci verranno filmati.

Quest’ultimo, però, via Facebook ha annunciato che non intende aderire: “Smentisco categoricamente la mia partecipazione all’iniziativa. Partecipo a un premio letterario e non a operazioni pubblicitarie di alcun tipo. Scrivo quel che scrivo per chi voglia leggermi e non per un ‘pubblico d’eccezione’ scelto da chicchessia. Non possiedo automobili e non scrivo diari di bordo per essere ripreso su una macchina in corsa per quanto di gran qualità (cosa che ignoro). Ho già negato il mio consenso ieri alla Fondazione Bellonci e oggi alla Toyota. Trovo curioso essere nominato in questi articoli”.

Staremo a vedere se l’iniziativa verrà confermata e come si comporteranno la Fondazione e gli altri finalisti.

ARTICOLO IN AGGIORNAMENTO…

(Visited 1.843 times, 26 visits today)

Commenti